Riabbraccia dopo sei mesi l’adorata gatta, smarrita a seguito del terribile terremoto che ha sconvolto, lo scorso agosto, Amatrice. È questa la storia che, nelle ultime ore, sta rapidamente viaggiando sui social network, una vicenda che rafforza la speranza nel difficile periodo successivo al sisma. Protagonisti sono la gatta Sina e il suo proprietario, Pietro Bizzoni, ritrovatisi dopo lunghe ricerche.

Sina, una gatta certosina di 15 anni, si era smarrita lo scorso 24 agosto, quando il violento sisma si è abbattuto su Amatrice. Durante la fuga per evitare di finire sotto le macerie, il felino aveva fatto perdere le sue tracce, ma la costanza del suo proprietario è stata finalmente ripagata. L’uomo, così come si apprende dalla piattaforma Facebook, non ha mai perso la speranza di trovarla, cercandola più volte nella zona rossa con l’aiuto dei Vigili del Fuoco e dei tanti volontari che operano nella città.

=> Scopri i cani terremotati per i cardiopatici


Tempo fa la gatta era stata notata nei pressi del balcone di un vicino ma, forse spaventata, aveva impedito ai volontari di avvicinarsi. Grazie a un nuovo progetto, avviato dalla Regione Lazio in concerto con personale specializzato dei Vigili del Fuoco e il supporto di alcune associazioni animaliste, Sina è stata però recuperata qualche settimana fa. Per merito di Claudio Carcano, vigile del fuoco e veterinario specializzato di Varese, il recupero dell’animale è stato finalmente possibile.

Una gioia per la famiglia dell’amata gatta, così come lo stesso proprietario ha confermato, come riferito dall’agenzia AskaNews:

Sina fa parte dei nostri affetti famigliari e per noi era molto importante poterci ricongiungere. Desidero ringraziare tutti: i VVF, i veterinari, ma anche i tanti volontari che, instancabilmente e senza arrendersi, in questi mesi ci hanno rincuorato e si sono avvicendati per farci avere notizie, per rilanciare i Volontari che nulla chiedono e tanto danno.

1 marzo 2017
Fonte:
Via:
Lascia un commento