L’alluce valgo è un problema che interessa i piedi e può rivelarsi molto doloroso. Alla base del fastidio la sublussazione dell’articolazione relativa al primo metatarso, che devia dalla sua posizione originale.

Mentre la punta del dito tende nell’alluce valgo a curvarsi verso le altre dita, nei casi più gravi fino alla sovrapposizione con esse, l’articolazione alla base del dito assume un tratto centrifugo dando origine a una borsite, anche comunemente “cipolla”.

Sintomi e causa

La “cipolla” rappresenta uno dei sintomi esterni più evidenti, mentre spesso a tale manifestazione si affianca un forte dolore. Caratteri ereditari e predisposizioni genetiche possono giocare un ruolo in quanto possibili fattori di rischio, ma sono spesso malformazioni o patologie plantari, come ad esempi il “piede piatto”, una scelta errata delle calzature o una cattiva postura, che carichi troppo peso nella parte anteriore del piede, a provocarne l’insorgenza.

Soggetti più sensibili all’alluce valgo sono le donne, circa dieci volte maggiore la diffusione rispetto agli uomini, forse anche per l’utilizzo di calzature a punta stretta o con tacco superiore ai 4-5 cm, che possono aggravare la situazione favorendo l’insorgere dell’infiammazione e quindi della sintomatologia dolorosa.

Rimedi naturali per l’alluce valgo

Vista la natura del disturbo i rimedi naturali descritti avranno per lo più lo scopo di ridurre la sintomatologia dolorosa. Oltre a indossare scarpe comode e dalla punta larga, con tacco massimo di 4-5 cm, alla sera è possibile effettuare dei pediluvi defaticanti con l’aggiunta di olio essenziale di lavanda. Può rivelarsi utile anche un leggero massaggio, magari aggiungendo all’olio di lavanda quello di mandorle.

Alleviare l’infiammazione è possibile utilizzando un impacco freddo ottenuto immergendo un panno pulito in un composto di olio essenziale di camomilla romana (4 gocce), rosmarino (5 gocce) e lavanda (5 gocce). Posizionare sulla parte e lasciarlo agire per almeno 20 minuti.

Ad uso interno è invece consigliato l’impiego, anche due volte al giorno (mattina e sera), di una tisana di sambuco. Si ottiene lasciando in infusione per 15 minuti circa 4 cucchiai dei suoi fiori.

Un aiuto possono fornirlo anche alcuni esercizi pratici, come camminare a piedi nudi per casa o stimolare la circolazione plantare facendo scorrere il piede sopra un bastone o una pallina da tennis, facendo ovviamente attenzione a mantenere il proprio equilibrio.

È bene in ogni caso contattare il proprio medico curante per valutare lo stadio d’avanzamento della patologia, nei casi più gravi può rendersi necessario l’intervento chirurgico.

20 giugno 2014
I vostri commenti
Luigi, mercoledì 31 agosto 2016 alle17:46 ha scritto: rispondi »

Salve, da qualche giorno soffro di forti dolori (fitte interne) all'alluce del piede sinistro, con manifesto arrossamento e leggero gonfiore. Ho fatto delle iniezioni di Voltaren, che hanno alleviato il dolore e ridotto l'infiammazione ed ora, anche su suggerimento del medico, sto assumento degli antiinfiammatori (FANS) per via orale (Brufen), che continuerò per alcuni giorni. Il problema ha nulla a che vedere con la Gotta? Informo che circa due mesi fa ho mi è stato prescritto l'esame dell'acido urico, che è risultato entro i limiti (5,4). Ma soprattutto, visto che il problema mi sta impedendo di svolgere attività fisica (in particolare le mie camminate di 7-10 km giornalieri), se il problema dovesse persistere, cosa mi suggerite? Grazie per l'attenzione, Luigi.

Giovanni, venerdì 14 agosto 2015 alle9:03 ha scritto: rispondi »

Avevo già avuti sintomi dell'alluce valgo qualche anno fa; indossando scarponi da trekking dopo alcune ore sentivo un doloroso fastidio proprio nella zona laterale interna dell'alluce destro... non sapevo di cosa si trattasse, perché il rimedio (sostituzione scarponi con comodi mocassini) mi toglieva completamente il fastidio... In questi giorni però il problema è insorto con dolori molto forti che mi impediscono di indossare qualsiasi calzatura... ho 62 anni: è possibile che la causa di questo peggioramento sia un effetto dell'acido urico (gotta) che si è manifestata un paio di mesi fa (peraltro curata con risultati soddisfacenti)? purtroppo ho anche il così detto "piede piatto"... potrebbe essere una serie di concause? Ci può ancora essere un rimedio oppure non rimane che quello chirurgico? Grazie infinite per l'attenzione

Sonia, sabato 11 luglio 2015 alle11:46 ha scritto: rispondi »

Salve, ho 19 anni e soffro di alluce valgo anche io. Sono andata a numerose visite da medici specializzati perchè oni volta che cambiano le temperature e aumenta l'umidità il dolore si fa sentire. Le consiglio di evitare di comprare a sua figlia qualsiasi tipo di infradito a favore di un paio di "sandali" come birkenstock! A me non piacciono molto esteticamente ma aiutano il piede a fare il giusto movimento (grazie al plantare). Le faccia evitare assolutamente scarpe troppo strette sulla punta, come ad esempio le converse. Il piede ha bisogno di spazio! Purtroppo la danza classica non aiuta. Buona giornata!

valentina, sabato 4 luglio 2015 alle14:31 ha scritto: rispondi »

io ho mia figlia di 12 anni e'da quando ne ha 5 soffre di alluce valgo sono disperata perche ha dei dolori forti.................i problemi sono iniziati quando faceva danza classica.............a ma dispiace perche'lei non vuole mettere scarpe aperte solo scarpe chiuse o ciabatte chiuse.cosa posso fare?grazie

Lascia un commento