Allerta salmonella: uova fresche ritirate per contaminazione

Il Ministero della Salute ha deciso di ritirare dagli scaffali dei supermercati alcuni lotti di uova, che sarebbero contaminate dalla salmonella. Si tratta di uova fresche dei marchi Galantuovo e Avicola Sagittario.

I due marchi sono prodotti dalla stessa azienda. Si tratta della Avicola Sagittario di Galante & C. I lotti interessati dal sospetto microbiologico provengono dallo stabilimento di Bugnara, vicino L’Aquila.

Le uova fresche sarebbero interessate dalla contaminazione di salmonella ed è lo stesso Ministero della Salute che interviene direttamente nella questione, raccomandando ai consumatori che avessero acquistato queste uova di non consumarle. Naturalmente i clienti possono riportarle al punto vendita, per ricevere il rimborso dei prodotti.

=> Leggi di più sull’allerta salmonella per la gelatina Cameo

I lotti ritirati dal commercio sono, per quanto riguarda il marchio Galantuovo, 08111, 1211, 1511 e 1911, che hanno la scadenza dell’8 novembre 2018, del 12 novembre 2018, del 15 novembre 2018 e del 19 novembre 2018.

Poi ci sono i lotti interessati dal sospetto di salmonella di Avicola Sagittario, che hanno come data di scadenza il 15 novembre 2018, il 17 novembre 2018 e il 19 novembre 2018. Sono in particolare i lotti 151118/3, 171118/3 e 191118/3.

Un terzo richiamo dal commercio ha riguardato i lotti 081118/3, 111118/3 e 131118/3, sempre prodotti da Avicola Sagittario. Le scadenze in quest’ultimo caso sono 8 novembre 2018, 11 novembre 2018 e 13 novembre 2018.

La salmonella è un batterio che si può trasmettere all’uomo attraverso il consumo di alimenti contaminati. Solitamente il contagio avviene quando si beve acqua non potabile o quando si mangiano alcuni alimenti in particolare a rischio microbiologico.

Si tratta soprattutto di carne, uova e latte che vengono consumati crudi o non soggetti ad un processo di pastorizzazione. Il batterio della salmonella provoca un’infezione che colpisce soprattutto l’apparato gastrointestinale. I sintomi più caratteristici sono rappresentati da dolore addominale, nausea, diarrea, vomito e a volte anche febbre.

31 ottobre 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento