Pezzetti di plastica nell’Amaro Averna distribuito in Germania. I ritiri sono stati disposti a causa di un difetto di produzione, secondo quanto ha riferito Campari (che detiene il marchio dal 2014), che esporrebbe i consumatori al potenziale rischio di frammenti plastici.

L’avviso diramato da Campari è quello di non consumare in alcun modo il prodotto. La causa risiede in un difetto di produzione a carico del beccuccio di plastica integrato, che sarebbe soggetto a rottura durante l’apertura delle bottiglie. All’atto di versare l’Amaro Averna i pezzetti potrebbero finire nel liquore.

L’operazione di ritiro messa in atto da Campari è scattata a seguito delle denuncie di alcuni consumatori tedeschi, che hanno lamentato la presenza di corpi estranei nel prodotto. Al momento l’azienda ha fatto sapere che il difetto non sembra interessare i consumatori italiani.

Ad ogni modo si tratta di un difetto facilmente riconoscibile, a patto di prestare un po’ di attenzione al momento dell’apertura della bottiglia. Basterà controllare che le componenti in plastica del beccuccio non presentino rotture o crepe.

L’allerta segue quella che ha visto recentemente coinvolte Neslté e Corona. Entrambe le aziende sono state costrette al ritiro di alcuni prodotti dai mercati del Nord America a causa della possibile presenza di frammenti di vetro.

23 marzo 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
ZON
Lascia un commento