Allerta listeria: ritirata mozzarella di bufala

È allerta listeria in Francia. Coinvolta questa volta la mozzarella di bufala, che è stata ritirata dai mercati in seguito al sospetto della presenza del batterio Listeria monocytogenes. La mozzarella di bufala oggetto dell’allarme è di provenienza italiana ed è stata distribuita in diversi mercati di tutta Europa.

La Francia si è attivata, coinvolgendo nella questione il sistema rapido di allerta europea e ha avvisato le autorità sanitarie del nostro Paese con un’apposita notifica. Secondo le autorità sanitarie francesi sulla mozzarella di bufala che è stata prodotta in Italia e che di solito viene venduta all’estero ci sarebbe la presenza del batterio che causa la listeriosi, che può provocare disturbi gastrointestinali.

=> Leggi l’allerta listeria per il prosciutto cotto Fiorucci

La listeriosi non è affatto una patologia da sottovalutare, visto che nei casi più gravi, specialmente nei soggetti a rischio, potrebbe determinare il verificarsi di malattie sistemiche con complicanze enormi, come la meningite.

La patologia è molto pericolosa per le persone che soffrono di deficit del sistema immunitario, per coloro che hanno il diabete o per i malati di tumori. Inoltre può avere complicanze fatali anche nelle persone anziane, nei neonati e nelle donne in gravidanza.

=> Leggi l’allerta listeria per alcuni lotti di vitello tonnato

Il batterio della listeria può determinare delle intossicazioni alimentari vere e proprie che si manifestano nel giro di poco tempo con sintomi vari, come la diarrea. Inoltre nella forma invasiva il microrganismo patogeno può diffondersi attraverso i tessuti intestinali e può inserirsi nel flusso sanguigno. È proprio in questo modo che si sviluppano forme gravi di sepsi e di encefaliti.

Dopo l’allerta listeria che proviene dalla Francia si stanno svolgendo delle indagini, per cercare di comprendere quale sia la distribuzione interessata e per saperne di più sulle quantità di diffusione della mozzarella di bufala che sarebbe contaminata.

Già precedentemente si sono avuti degli altri casi di allerta listeria che hanno interessato il mercato europeo. Secondo le norme europee in tutte queste situazioni c’è l’obbligo di informare il RASFF, il sistema rapido di allerta, per poi passare alla funzione del Ministero della Salute che online sul suo sito ufficiale dovrebbe indicare i lotti coinvolti, il produttore e il nome di vendita della mozzarella.

4 settembre 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento