Allerta Escherichia Coli nella fontina: i lotti ritirati

Via la fontina DOP marchiata “Terre d’Italia” dagli scaffali dei supermercati italiani. Il Ministero della Salute ha appena disposto il richiamo di un lotto del formaggio perché potrebbe contenere l’Escherichia Coli e dunque costituire un pericolo per la salute dei consumatori.

Nello specifico si apprende che il formaggio fontina D.O.P. oggetto del ritiro è contraddistinto dal numero di lotto L171. Prodotto dalla Cooperativa Produttori Latte e Fontina di Saint-Christophe (Aosta) in fette preimballate da 250 grammi di peso circa, riporta come data di scadenza il 19 agosto 2018.

=> Leggi dell’epidemia da lattuga contaminata da Escherichia Coli

La decisione è stata presa per il rischio microbiologico a cui ci si espone consumandolo, per la presenza del batterio Escherichia Coli, che più volte al mese torna a far parlare di sé perché alcuni ceppi vengono appunto rilevati in alimenti di ogni genere.

Nell’avviso del richiamo pubblicato sul suo sito Web il Ministero della Salute fa sapere che chi ha già acquistato il prodotto in un supermercato è invitato a non consumarlo e a riportare la confezione presso il punto vendita.

=> Scopri quali sono gli alimenti più contaminati da Escherichia Coli

Trattasi dunque di un ritiro effettuato a scopo precauzionale ma comunque necessario dato che l’Escherichia Coli è in grado di produrre tossine pericolose per la salute umana, che possono causare forti disturbi gastrointestinali come diarrea, vomito e crampi. Questi sintomi si presentano solitamente 12-72 ore dopo aver mangiato l’alimento contaminato.

30 luglio 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento