È stata diffusa un’allerta amianto da parte del Ministero della Salute italiano. Interessate dall’avviso sono le lanterne volanti cinesi, nello specifico quelle prodotte nella Repubblica Popolare Cinese (RPC) e importate in Italia dalla EBBEI Store, sita in via Ambrogio Binda 21 a Roma.

=> Amianto nel Terzo Valico, leggi i dettagli

A far scattare l’allerta amianto per le lanterne volanti il sequestro a Roma, da parte della ASL RM C, di 32 articoli “lanterne sky” della Ditta “Leone d’oro”, sita in viale Palmiro Togliatti 1053. Al centro della vicenda dei cordini presenti nei prodotti, che conterrebbero “amianto friabile”. Come ha riferito il Ministero della Salute:

Il Centro Regionale Amianto del Lazio ha riscontrato nel cordino, che sostiene la struttura della lanterna, la presenza di amianto friabile. Le fibre di amianto sono cancerogene per inalazione (responsabili del mesotelioma pleurico).

La persona più a rischio è chi maneggia direttamente la lanterna; toccando il cordino, infatti, le fibre di amianto possono sfaldarsi, essendo di materiale friabile (praticamente amianto puro); ugualmente il rischio di dispersione delle fibre si può avere quando l’articolo ricade a terra.

=> Leggi la proposta di estensione dell’Ecobonus 65% condomini alla rimozione amianto

Il Ministero della Salute ha disposto che venga operato il ritiro dei prodotti ancora presenti nella rete distributiva (ad opera dell’importatore in Italia e delle ditte distributrici), allertando altresì i consumatori che avessero acquistato le lanterne volanti a rischio mediante l’utilizzo di “cartellonistica, sistemi di rintraccio clienti (fidelity card) o altri modi ritenuti efficaci, avvisando i consumatori del rischio legato all’amianto (è cancerogeno se inalato)”.

Seppure non tutte le lanterne esaminate siano risultate contenere amianto, alcune presentano una struttura in filo di ferro, a scopo cautelativo il Ministero della Salute ha dato mandato ai NAS di:

Estendere il divieto di vendita a tutti gli articoli sprovvisti di idonea certificazione attestante l’assenza di amianto; questi verranno campionati ed inviati ad analisi presso i Centri Regionali amianto, saranno rilasciati a libera commercializzazione solo quelli privi di amianto.

Il Ministero della Salute ha diffuso inoltre alcune indicazioni per coloro che dovessero aver acquistato le lanterne volanti al centro dell’inchiesta:

  • Evitare di aprire le confezioni;
  • Se le confezioni sono state già aperte evitare di manipolare il cordino;
  • Non gettare nella spazzatura le lanterne acquistate, ma conservarle sigillate e restituirle al negozio in cui è stato acquistato.

6 marzo 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento