Allerta amianto nei thermos cinesi: tutte le info

Allerta amianto per i thermos cinesi a marchio Kitchen club. A diffondere l’avviso è il Ministero della Salute, che ne ha ordinato la rimozione dagli scaffali e ne ha disposto lo stop alla vendita con durata illimitata.

Sono interessati dall’allerta amianto i Termos Porta Pranzo capienza 0,35 LT articolo 2170297, riportanti il codice a barre 8-029121702978. Il prodotto risultato importato da Galileo SPA con sede in Strada Galli, 27 – 00010 fraz. Villa Adriana Tivoli (RM) e distribuito da Società La Satur s.r.l. in Corso Martiri della Libertà n.9 Brescia (BS). Come riportato nel documento diffuso dal Ministero della Salute:

Il materiale con amianto è costituito da piccoli corpi di forma cilindrica di colorazione grigio biancastra costituiti da materiale fibroso compresso di amianto crisotilo posti nell’intercapedine del doppio involucro in vetro dei thermos, con funzione di distanziatori.

=> Leggi l’allerta amianto per le lanterne volanti cinesi

A eseguire le analisi di prima istanza del campione “Thermos-Marca Kitchen Club” è stato il laboratorio di Prevenzione della ATS Milano, che ha riscontrato la presenza di Tremolite (Amianto). Risultati poi confermati anche dall’analisi di revisione operata dal Laboratorio ARPAM Dipartimento Provinciale di Pesaro. Con decorrenza a partire dal 30 dicembre 2017 e con durata illimitata il Ministero della Salute ha disposto, in applicazione del prot. DGPRE 0039236-30/12/2017-DGPRE-MDS-P: “Divieto nazionale di vendita, ritiro e richiamo dal mercato”.

=> Leggi l’allerta amianto per la pasta Das

Non si tratta inoltre della prima allerta relativa alla presenza di amianto nei thermos cinesi. Un precedente avviso era stato diffuso nel gennaio 2016 dai NAS di Treviso, che avevano riscontrato la presenza di fibre di amianto nei contenitori a marchio Day Days distribuiti in Italia dalla società INTE di Padova.

Rischi per la salute

Il rischio principale associato all’esposizione, in determinate condizioni, all’amianto è quello relativo alla cancerogenicità del materiale. Come ha ricordato lo stesso Ministero della Salute, i pericoli per i consumatori scatterebbero in seguito alla:

Liberazione di fibre di amianto (cancerogeno per inalazione classe 1 IARC) in caso di rottura del contenitore in vetro e manipolazione della pasticca di cartone amianto.

9 gennaio 2018
Lascia un commento