Il clima è impazzito. Benchè siamo solo ad aprile, le temperature sembrano essere di fine maggio e quindi, a questa condizione meteo per lo meno “strana” risponde anche la natura con la comparsa di strani e nuovi animali.

Insetti sconosciuti e vespe definite persino “aliene” dalla Cina stanno arrivando anche in Italia e rappresentano un pericolo. Il rischio di allergie per chi viene a contatto con questi animali è molto elevato e, secondo la Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica, nel nostro Paese stanno arrivando delle “vespe migranti”.

=> Scopri perché insetti e bacon vegano sono indicati come cibi del futuro

Gli allergologi spiegano che questi insetti stranieri sono da monitorare perchè le nuove specie di veleni, incrociati con quelli degli insetti autoctoni, potrebbero essere pericolosi e dare reazioni allergiche anche molto gravi. Ogni anno si registrano 50 casi di decessi all’anno per punture di insetti, ma ora la situazione potrebbe aggravarsi.

=> Leggi perché gli insetti pungono

Oltre a favorire l’arrivo di nuove specie, questo clima “impazzito” favorisce anche il cambiamento delle specie locali: i nidi di vespa si stanno ingrandendo, le vespe velutine potrebbero diventare una specie perenne.

Il consiglio è quindi quello di ricorrere al vaccino o a terapie desensibilizzanti per i soggetti allergici. Basterebbe molto poco per riuscire a salvarsi la vita e a prevenire gravi reazioni allergiche, ma pare che questa scelta sia interessante solo per il 7% di tutti i soggetti allergici.

10 aprile 2017
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Gianni, lunedì 10 aprile 2017 alle22:46 ha scritto: rispondi »

Il clima non è impazzito, è manipolato !!!!

Lascia un commento