L’aglio è un alimento naturale dalle molte proprietà benefiche. Dal trattamento del mal di gola alla cura delle infezioni virali, incluse quelle che possono colpire la pelle come herpes o acne, il suo utilizzo come rimedio naturale è secondo soltanto al suo impiego in cucina. Malgrado il suo sapore sia ritenuto dai più gradevole, gli effetti che produce sull’alito possono non godere di pari fama.

Consumare piatti nei quali l’aroma di aglio risulta di particolare intensità può contribuire a donare al proprio alito un caratteristico quanto poco gradito segno di riconoscimento. Questo è causato da sostanze contenenti zolfo tra le quali l’allicina, presente in buona quantità. Alcune soluzioni naturali possono rivelarsi in questi casi più che mai d’aiuto per donare al proprio respiro un aroma più fresco e gradevole.

Alimenti contro l’alito di aglio

Uno dei rimedi naturali più consigliati nel trattamento dell’alito che sa di aglio è il masticare un chicco di caffè. In alternativa è possibile sostituirlo con alcuni semi di anice o di finocchio. Altra possibilità è quella di bere un bicchiere di latte o consumare un vasetto di yogurt a fine pasto, così che il grasso in esso contenuto possa contrastare l’azione dello zolfo presente nell’allicina.

Alcune erbe comunemente utilizzate come “odori” o semplice decorazione dei piatti sono in realtà soluzioni molto utili nel contrastare l’alito di aglio. Tra queste senza dubbio il prezzemolo: masticarne alcune foglie a fine pasto o utilizzarlo nei piatti a base di aglio aiutano a contrastarne gli spiacevoli effetti. Possibile alternativa in questo caso è rappresentata dall’uso di foglioline di salvia.

Mangiare funghi o aggiungerli a un sugo preparato con l’aglio sono altre opzioni praticabili, attraverso le quali vengono sfruttati gli effetti benefici offerti dai polifenoli in essi contenuti. Altri alimenti naturali consigliati sono il coriandolo e il cardamomo, da aggiungere ai propri piatti, masticarne i semi o utilizzarli per realizzare benefici infusi.

Tra gli alimenti contro l’alito di aglio non poteva mancare la frutta. Concludere il proprio pasto con una mela, un kiwi, dei frutti di bosco o dell’ananas offre un’efficace azione a favore di un respiro meno “viziato” dalla gustosa bruschetta o al sugo ai quali si è “ceduto” poco prima.

Rimedi naturali e ricette con l’aglio

Ora che si è visto come poter risolvere eventuali problemi di alito di aglio si può guardare con maggiore “tranquillità” a quelli che sono i rimedi naturali o le ricette associate a questo prodotto.

Un primo rimedio naturale consigliato è quello di bere un bicchiere di latte caldo dopo avere pestato uno spicchio di aglio al suo interno. L’azione antivirale dell’aglio lo renderà un’ottima soluzione in caso di mal di gola, tosse e sindrome da raffreddamento. In caso di mal di denti è opportuno invece tritare lo spicchio e poggiarne un po’ della poltiglia ottenuta direttamente sulla parte dolorante.

I due esempi per eccellenza in merito all’impiego dell’aglio in cucina sono senz’altro la preparazione di una bruschetta o un buon piatto di pasta. Se per quanto riguarda la prima è sufficiente strofinare a piacere sul pane appena scottato uno spicchio d’aglio, nel secondo caso è possibile seguire una ricetta più specifica.

L’esempio classico è la pasta aglio, olio e peperoncino: per un quantitativo di 400 grammi di pasta preparare 2 spicchi d’aglio, 2 peperoncini piccoli, dell’olio extravergine d’oliva e del sale. Fare rosolare in una padella nella quale avremo versato un po’ d’olio il peperoncino tritato (senza semi) e gli spicchi d’aglio schiacciato.

Una volta che si sarà ammorbidito a fuoco basso, mescolando dolcemente di tanto in tanto per evitare che si bruci, attendere che l’aglio si sia “imbiondito” poi aggiungere il sale. Una volta pronto aggiungere la pasta, scolata ancora “al dente”, mescolando ancora mezzo minuto prima di portare in tavola.

18 febbraio 2015
Immagini:
Lascia un commento