Le alghe possono apparire simili a degli spinaci viscosi, ma questi vegetali marini dai colori verde intenso o bruno sono ad alto contenuto di sostanze nutritive e apportano moltissimi benefici per la salute, come il benessere dell’apparato digerente, degli effetti ipocolesterolemizzanti e la perdita di peso.

Assumere le dosi giornaliere raccomandate di alghe assicura un buon rifornimento di minerali essenziali e di vitamine.

Fibre alimentari

Gli alginati, ossia le fibre alimentari che si trovano in alcuni tipi di alghe, possono aiutare la digestione dei grassi, riducendone l’assorbimento fino al 75%. Le fibre, inoltre, aiutano a sentirsi sazi più velocemente e più a lungo, prevenendo la tentazione di cedere ai fuoripasto. Tutte queste caratteristiche rendono evidente come l’integrazione di alghe nella propria alimentazione possa aiutare a perdere peso e a ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue.

Nutrienti essenziali

Alga kombu secca

Come altri vegetali, le alghe contengono minerali essenziali e vitamine necessarie in una dieta sana ed equilibrata. Sembra infatti che solo 1 grammo di alghe possa fornire la dose giornaliera raccomandata di iodio, un minerale fondamentale per il funzionamento e il benessere della tiroide. Ancora, la kombu – un tipo di alga bruna – contiene il pigmento noto come fucoxantina, che può aiutare a metabolizzare i grassi del corpo per produrre energia. Il sito Best Health, inoltre, afferma che una porzione di alghe è più ricca di calcio rispetto ai broccoli e che è ricca di proteine quanto i legumi. Tra gli altri nutrienti essenziali da riportare nelle alghe, è fondamentale ricordare la vitamina B-12 e la vitamina A.

Grassi sani

Il nostro organismo necessita di una certa quantità di grassi sani nell’ambito di una dieta equilibrata. Le alghe forniscono dei grassi sani molto utili per la salute del cuore, noti come acidi grassi Omega-3. Il sito The Dr. Oz Show afferma che un foglio di alga nori contiene la stessa quantità di acidi grassi Omega-3 di due avocado. Questo tipo di grassi aiuta ad aumentare i livelli di colesterolo HDL – il colesterolo buono – riducendo al contempo i livelli di colesterolo LDL, ovvero il colesterolo cattivo. Gli acidi grassi Omega-3 contribuiscono anche a ridurre le infiammazioni nel corpo.

Integrare le alghe nella propria alimentazione

Ci sono diversi modi per aggiungere le alghe nella propria alimentazione quotidiana. I fogli di alga nori, ad esempio, sono utilizzati in molti piatti giapponesi. Possono essere inserite in un sandwich o possono essere tagliate a striscioline e inserite in un’insalata o in una zuppa. Se si acquistano strisce essiccate di alghe verdi o brune, è possibile aggiungerle al pane, alla pizza, alle patate, alla pasta, a stufati e a zuppe. Oppure possono essere mescolate alle patatine fritte, insaporendole così in modo alternativo.

17 marzo 2016
Immagini:
Lascia un commento