Se la cementificazione sta mangiando ogni centimetro di verde, soprattutto nelle nostre città, esiste però un modo per riportare un po’ di natura anche nei contesti più urbanizzati. L’artista colombiano Jorge Bakker ha provveduto alla realizzazione di una vera e propria foresta galleggiante, la “Bobbing Forest”, la prima al mondo mai realizzata. È stata posta a dimora nelle acque del porto di Rotterdam.

Nel più grande porto d’Europa, dominato da cemento, container e mezzi di tutti i tipi, l’unico elemento naturale è l’acqua e proprio questa si è pensato di utilizzare come substrato per far crescere gli alberi. Come base per le radici sono state utilizzate delle boe non più utilizzate, recuperate dal Mare del Nord.

Riciclo e creazione di spazi verdi quindi all’interno di un progetto che intende creare dei piccoli ecosistemi, delle piccole oasi in grado di produrre ossigeno e purificare l’aria, all’interno di una città industriale da più di 600 mila abitanti come Rotterdam.

Per sei mesi è stata messa alla prova la resistenza di vari tipi di piante all’interno di questo insolito contenitore. I problemi che potevano essere fatali per le piante potevano essere la resistenza al moto ondoso e una corretta e sufficiente irrigazione, ma i test hanno dimostrato che l’olmo olandese riusciva a resistere bene in queste particolari condizioni.

L’amministrazione di Rotterdam ha quindi commissionato alla società Mothership la messa a dimora dell’intera foresta. La Rotterdam University e la Delft University of Technology hanno seguito da vicino il progetto.

9 marzo 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento