Rapito il cane di Alanis Morissette

Alanis Morissette e il marito annunciano alla stampa il rapimento del loro cane. La cantante rock, sulla cresta dell’onda sin dagli anni ’90, e l’amato si sono rivolti alla stampa per rendere noto il dolore provocato dall’assenza del loro amico a quattro zampe, Circus, un esemplare di razza Chihuahua. La vicenda non è però avvolta da alcun mistero, nessun malintenzionato – nemmeno il più temibile degli stalker – ha pedinato la star pur di sottrarle l’adorato cagnolino. Il piccolo sarebbe in realtà nelle mani di una ex collaboratrice personale, la quale si rifiuterebbe di riconsegnarlo ai legittimi proprietari.

Sebbene la coppia VIP continui a parlare esplicitamente di rapimento, così non sembrerebbe essere nei fatti, semmai si tratta di un contenzioso sulla custodia del cane. Nessun riscatto è stato infatti chiesto e la collaboratrice in questione, Maria Garcia, dichiara come nessun compenso monetario possa convincerla alla restituzione dell’animale. Così la Morissette e il marito, Mario Treadway, hanno adito le vie legali richiedendo una compensazione di 25.000 dollari.

Non è però tutto: la collaboratrice e l’ex dog-sitter dell’artista, Patrick Murch, hanno deciso di aprire un blog e di pubblicare un video sulla piattaforma YouTube per raccontare la loro verità. Stando a quanto dichiarato, la Morissette avrebbe consegnato alla coppia il cane nel 2012, perché affetto da problemi comportamentali. Comprendendo i problemi dell’artista, tra impegni discografici e quant’altro, i due avrebbero accettato ben volentieri di accudire il Chihuahua, convinti si trattasse di un affidamento comunque temporaneo. Nel corso dello scorso anno, conclusi gli impegni di un tour, in più occasioni Maria e Patrick avrebbero chiesto ai due artisti se volessero riabbracciare il loro cucciolo, ma Alanis avrebbe rifiutato perché convinta che il cane potesse vivere una vita migliore con la coppia. I due ex dipendenti, licenziati qualche tempo fa per ragioni non connesse all’animale, sostengono perciò di aver ricevuto Circus in dono, tanto che il cane sarebbe entrato a tutti gli effetti a far parte della famiglia e soffrirebbe l’assenza dei nuovi proprietari.

Alla fine del tour di Alanis, nel gennaio del 2013 sono tornati a casa. Nel marzo del 2013, Alanis e Mario hanno chiesto a me e al mio fidanzato, Patrick Murch, di occuparci di Circus perché Alanis sarebbe stata allergica al cane, l’animale avrebbe sporcato in casa e si sarebbe dimostrato molto famelico (tanto da essere obeso e avere problemi alle anche e in altre parti del corpo). Mario e Alanis si sono detti entrambi frustrati dal comportamento di Circus e hanno sostenuto il cane fosse pericoloso per la loro famiglia, tanto da costituire un rischio per gli altri cani e il figlio. Il Chihuahua sarebbe stato “troppo fastidioso” per vivere con loro.

Come andrà a finire non è dato sapere, ma è molto probabile che in sede legale non venga vagliata unicamente la legittima proprietà, ma anche l’effettiva capacità delle due opposte coppie di accudire il cagnolino.

https://www.youtube.com/watch?v=CqGIQN01WPE

3 aprile 2014
Fonte:
TMZ
Lascia un commento