Un aiuto naturale per combattere l’AIDS potrebbe arrivare dai gerani. Secondo un gruppo di ricercatori tedeschi della German Research Centre for Environmental Health di Monaco la varietà africana di questa pianta agirebbe contro il virus HIV bloccandone la replicazione nell’organismo umano.

Secondo i ricercatori tedeschi il geranio africano (Pelargonium sidoides) interverrebbe nell’inattivare una delle due tipologie di minaccia HIV, quella da HIV-1. Questo tipo di virus è responsabile della maggior parte dei casi e risulta quindi prevalente rispetto all’HIV-2.

Nelle prove di laboratorio si è evidenziato come l’estratto di questo geranio contribuisca a proteggere il flusso sanguigno e a operare un’azione immunizzante per le cellule, senza tuttavia mostrare elementi di tossicità per l’organismo umano. Secondo quanto affermato dal autore principale della ricerca, Dr.ssa Ruth Brack-Werner:

Gli estratti di geranio sono una molto promettente pista per lo sviluppo della prima fitoterapia contro l’HIV-1 scientificamente valida. Questi estratti attaccano l’HIV-1 con una modalità di azione che si differenzia da tutti i farmaci contro l’HIV-1 a uso clinico, perciò potrebbero rappresentare un supplemento alle normali terapie anti-HIV.

Inoltre questi estratti sono dei potenziali candidati per incrementare le opzioni terapiche anti-HIV-1 in contesti di risorse limitate dal momento che sono più facili da produrre e non richiedono refrigerazione. I risultati del nostro studio e la provata sicurezza di questi estratti ne incoraggia la sperimentazione nei soggetti affetti da HIV-1 come passo successivo.

3 febbraio 2014
Fonte:
Lascia un commento