Agricoltura: abuso di fungicidi, a rischio le coltivazioni mondiali

L’abuso di fungicidi che vengono utilizzati per le coltivazioni mondiali sta minacciando la catena alimentare poiché queste sostanze stanno sviluppando una particolare resistenza ai trattamenti, e ciò potrebbe trasformarsi nel tempo in una vera e propria catastrofe. A dirlo è una squadra di ricercatori internazionali dall’Imperial College di Londra e dell’Università di Exeter.

I funghi che distruggono le colture sono già considerati responsabili di una perdita del 20% delle rese delle coltivazioni ogni anno, con un’ulteriore perdita del 10% dopo che frutta e ortaggi vengono raccolti. Come sottolineato dagli scienziati, la colpa è dell’agricoltura intensiva che tenta di raggiungere la massima produttività utilizzando massicciamente i pesticidi.

=> Scopri quali sono gli alimenti più contaminati dai pesticidi

Matthew Fisher, autore principale dello studio, ha affermato che la minaccia rappresentata dai fungicidi è “sottostimata e sottovalutata”, confrontando tale problematica alla diffusione di batteri che hanno sviluppato una resistenza agli antibiotici:

La minaccia della resistenza antimicrobica è ben stabilita nei batteri, ma è stata ampiamente trascurata nei funghi. Finora, la portata del problema è stata sottostimata e sottovalutata, ma le minacce per la salute umana e per la catena alimentare sono gravi e immediate.

=> Leggi come eliminare il 96% dei pesticidi lavando frutta e verdura

Secondo lo studioso, il numero molto limitati di farmaci antifungini a disposizione significa che la comparsa di questa resistenza sta portando molte infezioni fungine comuni a “diventare incurabili”. Senza un intervento diretto queste condizioni saranno sempre più difficile da contrastare, sottolineano gli autori dello studio.

24 maggio 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento