Un simpatico video di un tenero agnellino e un baby rinoceronte sta catturando l’attenzione e l’interesse degli utenti del Web, tanto da diventare velocemente virale. I due, così diversi tra loro, sono intenti a rincorresi e giocare come tutti i cuccioli di ogni specie. Formati e dimensioni differenti non impediscono quindi l’attività ludica e ricreativa, tanto che gli animali si divertono insieme sollevando polveroni di terriccio e sabbia. Il piccolo di rinoceronte mostra un discreto impegno e una precisa applicazione nel seguire l’agnellino, muovendosi in modo molto goffo e molto tenero. L’agnellino invece finge la carica con veemenza, per poi fermarsi a pochi passi dall’amico e correre intorno al suo spazio.

La simpatica scorribanda è stata ripresa da Karien Smit, assistente presso l’HESC, ovvero Hoedspruit Endangered Species Centre. Un grande parco naturale, collocato a Hoedspruit in Sudafrica, ai piedi delle montagne Klein Drakensberg, dove gli animali vengono curati e allevati per preservarne la vita. All’interno della struttura convivono diverse specie, molte rare e in via di estinzione, la cui vulnerabilità è palpabile. Inoltre gli enormi spazi servono a reinserire in natura e nel loro habitat esemplari che hanno patito la cattività e la gabbia, oltre all’accoglienza di animali feriti, sofferenti oppure orfani. Il centro offre percorsi educativi per studenti e semplici visitatori, che possono così osservare dal vivo le attività dedicate alla conservazione.

All’interno del parco è possibile muoversi accompagnati dal personale specializzato, osservando da vicino le bellezze del posto. Come è accaduto al piccolo rinoceronte e al suo amico agnellino, un esempio divertente di come i cuccioli siano quasi tutti uguali a prescindere dalla dimensione. Come si nota nel video il baby rinoceronte, non curante dell’assistente che lo riprende, cerca di replicare a suo modo i salti atletici dell’agnellino. Con una tecnica tutta personale rimbalza leggermente sul terreno tentando di scalciare con le zampe posteriori, non curante del peso differente si lancia anche in una corsa veloce nel tentativo di battere e superare l’amico. Un’amicizia che, non stentiamo a crederlo, crescerà nel tempo forte e sincera.

11 marzo 2015
Lascia un commento