La Pasqua si avvicina e, come ogni anno, ritornano le proteste e le campagne di sensibilizzazione sugli agnelli, vittime sacrificali della tradizione culinaria italiana. Da tempo le associazioni animaliste si battono affinché i piccoli cuccioli non vengano strappati alle madri per essere abbattuti, nonostante l’usanza sia particolarmente difficile da estirpare. L’ultima iniziativa in tal senso è una singolare incursione nientemeno che al Duomo di Milano.

>>Scopri la mattanza degli agnelli uccisi a Pasqua

Un vero e proprio blitz animalista, così come lo definisce Repubblica, andato in scena un paio di giorni fa. Due attivisti di Gaia Animali & Ambiente e Diamoci La Zampa si sono travestiti da San Francesco e Santa Chiara, quindi hanno cercato di raggiungere l’altare della basilica meneghina per esporre la fotografia di un agnello, dell’insalata e un tozzo di pane. Gli improvvisati santi sono però stati fermati dalla sicurezza prima che potessero mettere a segno il loro “colpo” dimostrativo.

A parte qualche momento di comprensibile confusione e scompiglio, nulla che abbia turbato la vita di religiosi e fedeli. Una provocazione ironica, forse evitabile, priva di grandi conseguenze.

Edgar Meyer, presidente di Gaia, e l’ex parlamentare Stefano Apuzzo, hanno così motivato l’importanza della salvaguardia degli agnelli nel periodo pasquale:

«Il consumo di agnellini lattanti nel periodo della Pasqua supera il triplicamento rispetto agli altri periodi dell’anno. Ciò comporta importazioni selvagge, con scarsi controlli sulla qualità delle carni ed il benessere degli animali, per rispondere alle richieste del mercato.»

>>Leggi lo scandalo dei pulcini colorati a Pasqua

Ogni anno sono circa 1,5 milioni gli agnellini uccisi per Pasqua, molti dei quali provenienti dai paesi dell’Est e ammassati in tir e container, con cui raggiungono lo Stivale. Per questo, le due associazioni invitato i consumatori a evitare questo “bagno di sangue”, optando per le diete vegane e vegetariane da accompagnare al tipico uovo di cioccolata.

Quotidiano.net

26 marzo 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento