Il Gattonero è un’associazione onlus senza scopo di lucro, nata dalla passione e dall’amore per i gatti. A crearla un gruppo ristretto e coraggioso di volontarie, che si muovono sul territorio di Reggio Calabria alla ricerca di gatti randagi e bisognosi di aiuto e cure.

La difficile realtà calabrese, dove il randagismo è considerato un fenomeno normale, accettato e giustificato, si scontra con il lavoro difficile del Gattonero. Un volontariato forte che si appoggia sulle spalle di Daniela e dei pochi volontari che recuperano gatti da scatoloni, marciapiedi, campi abbandonati, situazioni di disagio e sofferenza.

I gatti vengono prelevati, curati, sterilizzati, inseriti nuovamente sul territorio se possibile, monitorati e nutriti. Le adozioni hanno ottenuto un incremento positivo grazie all’avvento di Facebook: il passaparola, le storie e il lavoro del Gattonero non è passato inosservato. Ma sono ancora tanti i piccoli amici che cercano una casa, una famiglia e una nuova vita.

Tra questi c’è Ken un bel micione tigrato intercettato dalle volontarie mentre, zoppicando, cercava cibo rovistando nell’immondizia dei cassonetti. Una piccola tigre buona in miniatura che gli anni di randagismo hanno minato nel fisico e nell’animo. Recuperato con facilità è stato portato in ambulatorio per le prime cure approfondite: dall’animo dolce e sereno si è fatto visitare senza un lamento. Le sue condizioni di salute non sono ottimali, è il classico gatto che avrebbe bisogno di un cuscino morbido sul quale sonnecchiare in pace. Potrebbe ripagarvi per sempre con un amore incondizionato.

Come lui anche Andy, recuperato in condizioni drammatiche, è stato visitato e curato con amore e affetto. Ora è un gatto nuovo, dal pelo bianco e grigio, senza più i segni sul muso di dolore e sofferenza che ne avevano minato l’animo. Un gatto di circa 3 anni completamente ignorato e abbandonato, che l’indifferenza aveva ridotto a fantasma, ora è rinato e aspetta una casa tutta per lui.

Infine Creta, giovane mamma gatta uscita dalla tana alla ricerca di cibo per sfamare i suoi piccoli. Una storia triste e di indifferenza: la piccola gattina tigrata, investita da un auto, è rimasta immobile per molto tempo accanto ad un marciapiede. Trascinatasi dietro ad un cancello è stata infine recuperata, grazie ad una segnalazione compassionevole. Purtroppo le fratture multiple al bacino hanno reso la degenza più lunga, e l’impossibilità di recuperare i piccoli l’hanno gettata nello sconforto. Si cerca per lei una mamma, anche a distanza.

Ma le storie di Gattonero non finiscono qui, gli ospiti seguiti dalle volontarie e quelli che vivono sul territorio sono tantissimi. Le ragazze sono sole a portare avanti questo progetto, spesso scontrandosi contro la burocrazia e contro la poca voglia di informarsi. Per aiutarle basta visitare la pagina su Facebook, far circolare le storie dei loro piccoli amici, sollecitando le adozioni e quando possibile le donazioni. Per qualsiasi richiesta ed eventualmente adozione contattate Daniela Gironda al numero 3288678066 oppure tramite email: ilgattonero.onlus@hotmail.it

10 aprile 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento