Le celebrazioni per la Pasqua 2014 si avvicinano e con esse le preoccupazioni degli animalisti: ogni anno, infatti, la festa per la Risurrezione si traduce nell’uccisione di migliaia di agnelli per la cucina tradizionale. Da Made in Langhe & Roero, un progetto di salvaguardia delle tipicità di questa zona del Piemonte, arriva però un’iniziativa in controtendenza: l’adozione di un esemplare affinché non finisca al macello e quindi sulla tavola.

Collegandosi al sito ufficiale del progetto, è infatti possibile adottare per un anno un agnellino proveniente da un’allevamento delle Alte Langhe: al costo di 75 euro si provvederà al suo sostentamento e alla sua cura per 12 mesi, ricevendo in cambio una fotografia dell’animale sovvenzionato, un vasetto di Terra delle Langhe, un certificato d’adozione e la possibilità di ritirare i prodotti caseari che verranno prodotti, tra cui il formaggio Murazzano DOP.

Si tratta di un modo intelligente, ed effettivamente virtuoso per l’economia locale, per assicurare a un agnello una crescita forte, in un contesto controllato e immerso nella natura, nel massimo rispetto delle sue necessità di cura. Un animale sempre a rischio in primavera, proprio perché l’elevata richiesta di Pasqua porta al macello miglia di esemplari, pronti a riempire i banchi di macellerie e supermercati di tutto lo Stivale. Inoltre, è anche un’ottima occasione per conoscere una realtà di agricoltura e allevamento tradizionale unica in Italia, nello splendido contesto della natura piemontese.

Adozione di un agnello

Adozione di un agnello

Made In Langhe & Roero nasce con l’obiettivo di diffondere e incentivare le eccellenze enogastronomiche delle Langhe, a partire dalle piccole realtà produttive, dagli agricoltori locali, dalle iniziative giovanili di un’area del Piemonte ricca di qualità, tra viti e frutta, ma anche funghi, tartufi e nocciole. Oltre all’agnello pasquale, sul sito è possibile procedere all’adozione di altre specificità della zona, come capre, api, cani da tartufo ma anche noci, viti e tanto altro ancora.

26 marzo 2014
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Immacolata belmonte, sabato 18 marzo 2017 alle23:24 ha scritto: rispondi »

Vorrei sapere qualcosa di piu...sull'adozione di un agnello.vivo a Battipaglia..in provincia di(sa)

Alessandra, lunedì 14 marzo 2016 alle17:36 ha scritto: rispondi »

buongiorno,volevo sapere se l'iniziativa "adotta un agnello"vale anche per l'anno 2016?

silvia, venerdì 11 aprile 2014 alle13:43 ha scritto: rispondi »

ciao vorrei capire dopo l'anno di adozione da parte mia,l'agnello che fine fa? grazie silvia

annalisa, lunedì 31 marzo 2014 alle21:36 ha scritto: rispondi »

Vorrei adottare un agnello nella zona di Roma per poter venire a farle visita con i bambini Annalisa

Lascia un commento