Dopo 4 lunghi anni l’adolescente Karisa Lambert ha potuto abbracciare nuovamente il suo amatissimo Yorkshire Terrier di nome Sam, fuggito attraverso un foro nella rete del giardino della sua abitazione di Bridge City, presso New Orleans. Un momento di grande gioia ed emozione pura per la 14enne e il cane stesso, che si sono abbracciati tra lacrime e leccatine. Ma anche per la famiglia, segnata da gravi lutti e difficoltà lavorative: il padre Thomas Lambert è un vigile del fuoco disabile e senza lavoro. Anche per la stessa ragazzina la vita ha concesso momenti di forte separazione, tra queste la fuga di Sam. Il cane era un regalo dello zio e, nonostante le ricerche e gli annunci, non era stato più trovato.

Per questo la chiamata da parte di un rifugio per animali con sede a Cedar Rapids, in Iowa, ha colto tutti di sorpresa: il piccolo Sam era stato condotto da un agente presso la struttura in concomitanza con la settimana dedicata all’Animal Care and Control Program. Il piccolo cane, in discrete condizioni ma sottopeso, vagava per la zona senza una meta precisa. Un controllo rapido, seguito da cure veterinarie, ha permesso di individuare il microchip con successiva chiamata alla famiglia. Il padre della giovane crede che Sam, dopo la piccola fuga da casa, sia stato prelevato o rubato, quindi portato in Iowa. Le sue condizioni tradiscono una vita non particolarmente disagiata, quindi forse ha vissuto anche in casa per un lungo periodo.

Nonostante la segnalazione di smarrimento nessuno ha mai denunciato il ritrovamento del cane oppure controllato il chip, fino alla recente scoperta che ha permesso il ricongiungimento con la famiglia d’origine. Per farlo tornare a casa, Thomas Lambert aveva creato una piccola raccolta fondi ma, nonostante la cifra raggiunta, la compagnia United Airlines ha fatto volare gratuitamente Sam in prima classe con uno staffettista per animali. L’incontro tanto sperato è avvenuto presso il Louis Armstrong New Orleans International Airport, i soldi raccolti sono quindi serviti per assicurargli le giuste cure mediche.

1 maggio 2015
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento