Acquisti online: inquinare meno riducendo il packaging

Da qualche anno a questa parte, gli acquisti online sono entrati di diritto fra le modalità di shopping più diffuse e gettonate. La grande varietà di prodotti disponibili in Rete, i prezzi più bassi rispetto alla distribuzione classica e la comodità di ricevere i beni direttamente a casa, hanno convinto sempre più persone ad armarsi di smartphone e computer per tutte le loro necessità di spesa. Purtroppo, però, le compere su Internet possono avere conseguenze dirette sull’ambiente, ad esempio in termini di emissioni nocive in atmosfera dovute al trasporto.

Non potendo agire direttamente su questo fronte, si può tuttavia ridurre il proprio impatto con il packaging. Di conseguenza, quali sono i consigli per ricorrere a un numero minore di scatole, buste, involucri, imballaggi e altri elementi che potrebbero danneggiare la natura?

Accorpare gli ordini

Lista

Il primo passo da compiere per degli acquisti online più sostenibili è rappresentato da una perfetta pianificazione. Anziché lasciarsi guidare dagli istinti del momento, è indicato creare una lista di tutti i prodotti desiderati, affinché vengano acquistati in un unico negozio. In questo modo, si eviterà innanzitutto la moltiplicazione dei pacchi e dei corrieri, riducendo così i costi ambientali derivanti dal trasporto.

=> Scopri come riciclare i ritagli di carta


Non è però tutto: la gran parte degli e-Commerce permette, spesso su richiesta, di accorpare tutti gli ordini in un unico pacco. Di solito all’utente sono proposte due opzioni: la prima prevede l’inoltro dei singoli prodotti non appena disponibili, affinché si riducano i tempi di consegna, quindi separati in più pacchi. La seconda, invece, prevede l’inserimento di tutti gli acquisti in un’unica soluzione: richiede normalmente qualche giorno in più d’attesa, ma riduce sensibilmente i materiali per il packaging impiegati.

Accordarsi con il venditore

Computer

Molti venditori in Rete, in particolare quelli privati, permettono di decidere preventivamente le modalità di imballaggio e spedizione. Dopo l’acquisto, di conseguenza, si può contattare il venditore specificando quali tipi di materiali si preferisce e quali, invece, dovrebbero essere impiegati solo se strettamente necessario.

=> Scopri come smaltire il polistirolo


Alcuni grandi portali, soprattutto quelli dall’impianto più green, permettono di chiarire esplicitamente le proprie necessità, con un comodo modulo da compilare dove si può chiedere l’esclusione di buste di plastica, polistirolo e altri involucri di complicato smaltimento. Naturalmente, tutto dipende anche dalla fragilità del prodotto acquistato: è certamente possibile richiedere che una maglia o un libro vengano spediti unicamente in una confezione di cartone e carta, ma difficilmente si potrà fare lo stesso con un oggetto in vetro.

Punto di ritiro

Carrello

Un metodo comodo, sia per ridurre il packaging che le emissioni dannose dovute al trasporto, è quello di prelevare la merce acquistata online da un punto di ritiro, anziché richiedere la spedizione alla propria abitazione. Questa modalità è molto diffusa per i supermercati online o i negozi di prodotti alimentari: la spesa viene acquistata in Rete, viene preparata da appositi addetti nell’esercizio e la si può comodamente ritirare alla cassa, senza costi aggiuntivi, tempi d’attesa o code. Di norma, i prodotti vengono inseriti in comuni buste riutilizzabili.

=> Scopri come ridurre sacchetti e buste di plastica


Per le altre categorie merceologiche potrebbe essere più difficile ridurre il packaging poiché, pur approfittando del punto di ritiro, i prodotti sono già inseriti in confezioni predisposte dai singoli produttori. In ogni caso, si potrà comunque limitare l’imballaggio aggiuntivo per il trasporto.

Riciclare

Riciclo scatole

Come facile intuire, si può agire anche dopo la ricezione dei beni acquistati, provvedendo a un adeguato riciclo del packaging anziché accumularlo come rifiuto. Si può scegliere sia la strada della raccolta differenziata, in particolare per carta, cartone e plastica, che lasciare spazio alla propria creatività.

=> Scopri il riciclo creativo della carta


Le scatole in cartone, ad esempio, si prestano ai più svariati scopi: possono essere riutilizzate per un trasloco, per riordinare la casa, possono essere ritagliate per lavoretti con i più piccoli e per creare addobbi durante le occasioni speciali. Le possibilità sono davvero infinite, basta approfittare della fantasia.

2 dicembre 2018
Lascia un commento