Acqua: nuove norme UE per ridurre sprechi e plastica

Il problema degli sprechi d’acqua e del consumo di questa risorsa preziosa per tutto il pianeta è uno dei più attuali. Molti ad esempio sono soliti utilizzare l’acqua minerale acquistata nelle apposite bottiglie di plastica, invece di consumare dell’acqua del rubinetto.

Già più volte gli esperti internazionali hanno sottolineato come sarebbe più opportuno incentivare l’uso dell’acqua del rubinetto in nome della lotta agli sprechi. E sulla questione adesso ha deciso di intervenire anche l’Unione Europea.

Quest’ultima ha disposto delle nuove regole, proprio per promuovere l’uso dell’acqua potabile che possiamo estrarre direttamente dal rubinetto di casa.

=> Leggi perché l’UE invita a bere l’acqua del rubinetto

Il Parlamento Europeo ha introdotto delle nuove norme per limitare la presenza di inquinanti come il piombo e un monitoraggio accurato per individuare la presenza di microplastiche.

L’obiettivo è quello di fare in modo che tutti quanti si possano fidare dell’acqua che esce direttamente dal rubinetto di casa. In questo modo gli europarlamentari sono convinti che si potranno ridurre gli sprechi e le quantità di rifiuti. Ma non si tratta soltanto di salvaguardia ambientale, visto che il tutto inciderebbe anche a livello economico: evitare di comprare acqua in bottiglia farebbe risparmiare più di 600 milioni di euro ogni anno.

30 ottobre 2018
Immagini:
Lascia un commento