Torniamo a parlare del caso dell’acqua contaminata a Roma Nord, a seguito di un nuovo allarme lanciato dagli agricoltori della zona e raccolto dal quotidiano Il Messaggero: le condotte idriche di Malborghetto sarebbero realizzate in amianto. La denuncia dei residenti, già alle prese da anni con la contaminazione da arsenico, riguarda la rete di distribuzione degli acquedotti gestiti dall’Arsial, l’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio.

Finora si registra una testimonianza diretta di un imprenditore romano sull’acquedotto di Malborghetto, ma il sospetto è che anche gli altri sei gestiti dall’agenzia regionale siano realizzati in amianto, materiale notoriamente cancerogeno. L’uomo ha raccontato di essere stato costretto dalla regione, diversi anni fa, ad allacciarsi alla rete idrica dell’Arsial, pena il mancato rilascio delle licenze necessarie ad avviare la sua attività.

Durante i lavori di allaccio gli operai hanno constatato che le condotte erano in amianto. Da quel giorno sono passati decenni ormai, ma secondo quanto racconta l’imprenditore le condotte non sono mai state sostituite, neanche dopo la diffusione degli studi sulla tossicità dell’amianto. Eppure i tecnici della Regione conoscono da tempo il cattivo stato di manutenzione della rete idrica di Roma Nord e le problematiche sanitarie correlate ai materiali usati.

Se nei giorni scorsi le autorità locali avevano cercato di minimizzare sulla contaminazione da arsenico, spiegando che i cittadini non bevevano l’acqua del rubinetto ormai da anni, il caso dell’amianto è ben più grave e complesso. Già, perché, come denunciato dagli stessi agricoltori e allevatori della zona, gli animali hanno sempre bevuto quell’acqua.

L’Osservatorio Nazionale Amianto ha già iniziato a occuparsi della vicenda, mentre la Procura di Roma ha aperto un fascicolo esplorativo per approfondire le testimonianze riportate su Il Messaggero e appurare le responsabilità dell’Arsial. Nel frattempo i cittadini sono sempre più esasperati. L’acqua, bene primario e indispensabile, diritto di tutti, è ormai solo sinonimo di paura e divieti, buona solo per essere usata per lo scarico del wc.

7 marzo 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento