La bolletta dell’acqua sarà più alta per 34 milioni di italiani. Le nuove tariffe fissate dall’Autorità per l’Energia, il gas e il sistema idrico prevedono infatti un aumento dei prezzi del 3,9% nel 2014. I rincari si attesteranno al 4,8% nel 2015. Saranno invece più fortunati i 4 milioni di italiani che beneficeranno di una riduzione delle tariffe dell’acqua pari al 10%.

Per la prima volta le modalità di calcolo delle tariffe dell’acqua saranno uguali in tutta la penisola. I tecnici dell’Authority hanno effettuato le stime sui costi della fornitura idrica analizzando i dati relativi alla dispersione idrica e alla qualità del servizio regione per regione.

L’aumento delle tariffe non sarà un conto pagato invano dai consumatori, ma servirà a finanziare interventi di manutenzione alla rete idrica per un totale di 4,5 miliardi di euro. L’obiettivo è ridurre il gap tra Nord e Sud, rendendo più omogenea in tutta la penisola la qualità del servizio. Come ha sottolineato Guido Bortoni, presidente dell’Autorità, presentando le nuove tariffe:

In questa prima fase dell’attività ci siamo focalizzati nel realizzare e applicare un metodo tariffario unico per tutto il Paese. La prossima fase sarà indirizzata al completamento della regolazione, per consolidare ancor più le condizioni di realizzazione degli investimenti e individuare standard per i servizi capaci di incrementarne la qualità.

I rincari si sono resi necessari perché l’Italia non rispetta le norme comunitarie in materia di depurazione delle acque.

Se non si trovano subito i fondi per finanziare un ammodernamento della rete idrica, l’Unione Europea potrebbe comminarci una multa di ben 10 milioni di euro, a cui seguirebbero altre more comprese tra gli 11 mila e fino ai 700 mila euro al giorno. Un conto che ora più che mai l’Italia non può permettersi di pagare.

Questo aumento delle tariffe dell’acqua, secondo gli analisti, potrebbe però non rivelarsi sufficiente a colmare le carenze strutturali che l’Italia si trascina da oltre 30 anni. Non è dunque escluso che il Governo faccia ricorso a ulteriori incrementi nei prossimi anni.

24 novembre 2014
Fonte:
I vostri commenti
Alizéè, mercoledì 10 dicembre 2014 alle1:07 ha scritto: rispondi »

Aumento delle bollette... e dov'è la novita? Ma qualcuno la parola data la mantiene ancora?

MEX SILVIO, lunedì 24 novembre 2014 alle20:04 ha scritto: rispondi »

ARTICOLO e legge FALSA ...!!!? SONO 40 ANNI CHE I profitti DEGLI ACQUEDOTTI vengono utilizzati quasi esclusivamente per l'assunzione di personale e dirigenti trombati della politica ..!! voto di scambio ...!!! e se oggi si aumenta la bolletta ... chi ci dice che i soldi in piu' non faranno la stessa fine ..???

Lascia un commento