L’azienda Coca Cola fa parte della classifica “Fortune 500″, una lista compilata annualmente dalla rivista Fortune che include le aziende dal maggior fatturato mondiale. Coca Cola però dal 28 agosto si distingue dalle altre aziende in quanto è la prima ad aver raggiunto e superato il 100% di restituzione dell’acqua che consuma per la produzione della nota bevanda.

Lo ha comunicato con una nota all’inizio della Settimana Mondiale dell’Acqua (28 agosto-2 settembre). Spiega di aver raggiunto un obiettivo che si era posta nel 2007 per il 2020, con 4 anni di anticipo dunque. Le aziende LimnoTech e Deloitte, in collaborazione con l’organizzazione The Nature Conservancy, hanno calcolato che nel 2015 Coca Cola ha restituito alla natura e alle comunità 191,9 miliardi di litri di acqua attraverso progetti idrici in 71 Paesi.

Ha portato avanti 248 progetti, insieme ai Governi, alla società civile e ad altre realtà private. Ha garantito in molti luoghi, un accesso sicuro all’acqua, sia per uso domestico, igienico-sanitario che produttivo, permettendo migliori condizioni di vita e aiutando le popolazioni, soprattutto dalle zone coinvolte nella coltivazione delle materie prime necessarie per la produzione di Coca Cola, ad adattarsi ai cambiamenti climatici, tutelando il loro territorio.

Altri 145,8 miliardi di litri di acqua il colosso statunitense nel 2015 li ha fatti convogliare nei bacini locali grazie a processi specifici di trattamento delle proprie acque reflue. Sono stati messi in atto anche miglioramenti tecnologici che dal 2004 ad oggi hanno portato ad una riduzione del 27% della risorsa acqua impiegata. Il miglioramento è stato del 2,5 solo nel biennio 2014-2015.

In totale si calcola un 115% di acqua restituita rispetto a quella utilizzata. Muhtar Kent, presidente e amministratore delegato di The Coca-Cola Company spiega:

Ora, ogni volta che un consumatore beve un prodotto Coca-Cola, può avere fiducia che la nostra azienda e i partner impegnati nell’imbottigliamento, sono dediti ad un uso responsabile dell’acqua di oggi e di domani.

Ha affermato anche che la società non ha intenzione di adagiarsi, ora che ha raggiunto il suo obiettivo, ma di implementare il suo impegno su questi temi, promuovendo un uso responsabile e sostenibile di questa preziosa risorsa che con i cambiamenti climatici sta diventando sempre più un miraggio per un numero sempre maggiore di realtà del Pianeta.

31 agosto 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento