La scarsità idrica è un problema destinato ad accentuarsi nei prossimi anni a causa del riscaldamento globale e dell’inquinamento sempre più massiccio delle falde acquifere. Le azioni dei singoli possono fare molto per aumentare la disponibilità di acqua potabile, partendo da una riduzione degli sprechi domestici.

Risparmiare acqua in casa contribuisce anche a ridurre i costi in bolletta, sempre più esosi in Italia a causa di una rete colabrodo e di tariffe in costante aumento in molte Regioni.

Per aiutare i consumatori che vogliono tagliare il consumo di acqua in casa, l’Osservatorio sul vivere sostenibile ha stilato un decalogo di facile applicazione. Gli esperti consigliano di:

  1. Installare riduttori di flusso sia ai rubinetti che alla doccia. Una spesa irrisoria di qualche euro che può tagliare i consumi di acqua del 20-30%.
  2. Dotarsi di uno sciacquone con doppio tasto per ridurre i consumi dello scarico del WC, che contano per il 30% dell’acqua complessiva consumata in ogni abitazione. Questa misura può far risparmiare fino a 26 mila litri di acqua all’anno, tagliando del 10% i consumi.
  3. Preferire la rubinetteria digitale che garantisce un elevato livello di efficienza, permettendo di modulare la temperatura e il getto dell’acqua in base alle diverse esigenze.
  4. Avviare la lavatrice e la lavastoviglie solo a pieno carico per risparmiare fino a 20 mila litri di acqua all’anno. Acquistare modelli efficienti che permettono di regolare il consumo di acqua, riducendo al minimo gli sprechi.
  5. Riutilizzare l’acqua della pasta per lavare i piatti e annaffiare le piante con l’acqua piovana o con l’acqua utilizzata per pulire frutta e verdura. Per il ferro da stiro a vapore si può invece riciclare l’acqua del climatizzatore e dei deumidificatori, priva di calcare.
  6. Riparare i rubinetti soggetti a perdite per risparmiare fino a 4 mila litri di acqua all’anno.
  7. Privilegiare le reti duali in caso di ristrutturazioni, sistemi che permettono di separare le tubature che conducono acqua potabile da quelle che trasportano acqua destinata ad altri usi. Queste ultime convoglieranno l’acqua piovana, tagliando i costi della bolletta idrica.
  8. Chi possiede una piscina può ridurre l’evaporazione dell’acqua coprendola con una coperta galleggiante. Un accorgimento che permette di risparmiare fino a 4 mila litri di acqua al mese.
  9. Per scongelare gli alimenti non utilizzare mai l’acqua corrente preferendo l’immersione dei cibi surgelati in una bacinella o lo scongelamento tramite esposizione all’aria.
  10. Per depurare naturalmente l’acqua da destinare all’irrigazione del giardino, procurarsi cannucce di palude.

17 giugno 2015
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento