L’aceto come rimedio naturale per controllare la glicemia. Uno dei condimenti più utilizzati a tavola per condire insalate e varie altre pietanze potrebbe aiutare anche a regolare l’assorbimento di glucosio. Lo rivelano alcuni ricercatori dell’Università di Seul in Corea del Sud, i cui studi sull’acido acetico sono stati pubblicati sul Diabetes Metabolism Journal.

>>Scopri le proprietà benefiche di tè verde e caffè nella prevenzione dell’ictus

Malgrado si tratti di esperimenti condotti su cavie da laboratorio, i dati forniti dai ricercatori indicano come questo condimento possa garantire un’efficace azione per il controllo degli effetti negativi causati da un’alimentazione ad alto contenuto di grassi. Nello specifico ai piccoli animali è stata fornita una dieta carica di grassi in abbinamento a dosi di aceto balsamico. Un aiuto che si ipotizza possa spingersi fino a un effetto preventivo nei confronti del diabete.

>>Scopri gli alleati naturali nella prevenzione della SLA

Le proprietà benefiche dell’aceto proteggono, come sostenuto dai ricercatori coreani, le cellule beta pancreatiche. Queste sono responsabili della secrezione di insulina e ne regolano la produzione in funzione della presenza di glucosio nel flusso sanguigno. Un efficacia confermata anche da diversi altri studi secondo la Dr. Francesca Scazzina, ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’Università di Parma:

>>Scopri i benefici dello yogurt nel tenere sotto controllo la pressione alta

In effetti diversi studi hanno dimostrato la capacità dell’aceto di attenuare l’iperglicemia. L’ingrediente attivo è l’acido acetico, ma i meccanismi non sono ancora chiariti.Per esempio, si ipotizza che l’acido acetico possa rallentare lo svuotamento dello stomaco e inibire l’attività degli enzimi digestivi presenti nell’intestino tenue, limitando la completa digestione dell’amido e, quindi, l’assorbimento del glucosio. O potrebbe aumentare la captazione di glucosio da parte del tessuto muscolare, sottraendolo dal circolo.

Questo effetto si è osservato sia in soggetti sani sia in diabetici. L’aspetto positivo è che per ottenere il beneficio dell’aceto ne basta la quantità che comunemente si aggiunge all’insalata.

10 aprile 2013
Fonte:
I vostri commenti
Alessandro De Nicola, martedì 25 febbraio 2014 alle19:46 ha scritto: rispondi »

Per chi non ne fosse a conoscenza esiste un infuso naturale molto efficace, riconosciuto dal ministero della salute, che sfrutta gli stessi principi attivi dell'olio extravergine di oliva ma ben 50 volte piu' concentrato. Questo e' l'estratto di foglie di olivo che grazie alla sinergia delle molecole contenute al suo interno svolge un'azione vasodilatatrice, cardiotonica, depurativa, antiossidante, oltre a favorire il metabolismo dei lipidi e dei carboidrati. Le sue proprietà portano ad un’azione immediata di diminuzione del colesterolo cattivo, dei trigliceridi, del diabete, abbassano i valori della pressione arteriosa e migliorano la circolazione sanguigna periferica apportando uno stato di benessere fisico e mentale ed eliminando la sensazione di stanchezza, la sonnolenza e l'apatia. Se volete ricevere i favolosi benefici provatelo per almeno trenta giorni. Questo e' il sito dove trovi tutte le informazioni sul prodotto riconosciuto dal ministero della salute e puoi acquistarlo adesso e averlo comodamente a casa in 2 giorni lavorativi su /benesserenaturale. Buona salute!

fausto, venerdì 22 novembre 2013 alle18:49 ha scritto: rispondi »

sono diabetico tipo 2. ho 55 anni. cosa mi può aiutare, nella dieta di tutti i giorni, per controllare il livello di glicemia nel sangue? aceto, pistacchi, pepe, uvetta!!! ecc.ecc. ne ho sentite tante.... grazie.

Lascia un commento