È da sempre molto apprezzato in cucina, non solo per il suo gusto delicato, ma anche e soprattutto per le sue proprietà astringenti e depuranti. L’aceto di mele è un valido alleato della tavola e, in concerto con un’alimentazione sana e con un consumo moderato, anche utile all’organismo. Il suo impiego però non si limita al campo della dieta, poiché può essere anche esteso alla bellezza e alla cura di piccoli disturbi della pelle. Ad esempio, l’aceto di mele può essere efficacemente impiegato per la cura dei piedi.

=> Scopri i rimedi per i piedi secchi


Sono molti i piccoli disturbi che possono colpire i piedi, dal gonfiore dopo una giornata sui tacchi fino a calli e duroni. Prima di avvalersi dei rimedi naturali, tra cui proprio l’aceto di mele, è tuttavia necessario chiedere un parere al proprio medico curante. Alcune patologie della pelle, infatti, potrebbero non essere compatibili con la sua applicazione.

Aceto di mele: le proprietà

L’aceto di mele accompagna l’uomo sin da tempi antichi: ricavato da un processo di acidificazione del mosto dell’omonimo frutto, pare fosse già conosciuto diversi millenni fa. Alcuni documenti storici ne riportano l’impiego in Mesopotamia, nel 5.000 a.C., anche se l’uso diffuso in cucina sembra sia dovuto alla Cina e alla cucina orientale in genere, dove si affermò dal 1.200 a.C.

Ipocalorico, tanto da apportare solo 21 kcal per 100 grammi di prodotto, l’aceto di mele è ricco di sali minerali e vitamine, utili per l’organismo. Può infatti garantire un’assunzione più che generosa di vitamina A, B1, B2, B6, C ed E, quindi di calcio, sodio, fosforo, potassio, zolfo, magnesio, rame e silicio. Naturalmente, conserva alcune delle proprietà del frutto d’origine, quali alcuni aminoacidi e buone quantità di pectina.

=> Scopri le proprietà dell’aceto di mele


Per uso alimentare, è noto l’effetto astringente di questo condimento, tanto che spesso viene inserito nelle diete dimagranti, purché controllate e stabilite da uno specialista. A uso esterno, invece, sembra possa manifestare blandi effetti antinfiammatori della cute, combattendo anche la proliferazione di colonie batteriche, nonché fungere da lenitivo ed emolliente per la pelle secca o indurita. Questa peculiarità ne spiega anche la diffusione per il benessere dei piedi.

Aceto di mele e piedi: come agisce

Possono essere diversi gli effetti benefici che l’aceto di mele, dopo aver verificato la compatibilità con il proprio disturbo, può manifestare per la salute dei piedi. A partire dalla stanchezza e dal gonfiore degli arti, problematica comunque che si manifesta dopo una giornata sui tacchi o, ancora, nei periodi più afosi per l’anno. L’applicazione è solitamente diluita in acqua e può avvenire tamponando dolcemente un batuffolo imbottito o, in alternativa, grazie a un rinfrescante pediluvio. L’aceto di mele, oltre ad aiutare la microcircolazione locale, stimola la scomparsa del gonfiore tramite il suo blando effetto astringente.

=> Scopri i benefici del barefooting sui piedi


Non è però tutto, poiché questo ritrovato può essere indicato anche per ammorbidire la pelle dei piedi, soprattutto quando secca a causa dell’uso di calzature poco traspiranti o, ancora, in presenza di calli e duroni. Anche in questo caso si è soliti procedere tramite un pediluvio: si predilige acqua tiepida oppure a temperatura corporea, versando circa un bicchiere di aceto di mele nella vaschetta. Nelle zone più ostiche si può ricorrere anche a un batuffolo di cotone, da frizionare sull’area interessata. Come facile intuire, il composto non è di per sé sufficiente per eliminare la pelle ispessita, tuttavia potrà rendere più agevole la successiva fase levigante, tramite l’apposita pietra o altri strumenti.

Infine, questo rimedio naturale potrebbe anche aiutare nei casi di sudorazione eccessiva e cattivo odore, spesso dovuto alla proliferazione batterica causata da calze e scarpe poco traspiranti. Come anche altre tipologie d’aceto, tra cui quello di vino, anche questa proposta esprime un affetto blandamente antibatterico, nonché antimicotico. Può essere quindi usato, soprattutto a scopo preventivo, sia per contenere gli olezzi sgradevoli che per mantenere le unghie sempre sane. L’applicazione, così come in precedenza accennato, è sempre diluita in acqua, sia con l’ausilio di un batuffolo di cotone che tramite pediluvio.

18 giugno 2017
Lascia un commento