Accogliere un nuovo animale domestico nella propria casa è una decisione importante e positiva: dopo aver visionato gattili e rifugi di zona e aver conosciuto tanti papabili candidati, è giunto il momento di adottare il prescelto. Aprire le porte di casa a un nuovo gatto, magari un esemplare salvato dalla vita randagia, comporta impegno e attenzione che il felino ricambierà con tanto amore e affetto. I controlli pre e post affido, che delineano il percorso verso l’adozione finale, sono importanti per constatare quale saranno gli spazi e i ritmi della casa che accoglierà il gatto. E permetterà di valutare insieme la strategia migliore da mettere in atto nei confronti del nuovo amico, in base alla sua età, alle sue esigenze e alla presenza di eventuali necessità mediche. Esisto pochi consigli base da applicare subito al momento del nuovo ingresso, per rendere migliore la vita del gattino avviando così una felice convivenza.

Familiarizzare con l’ambiente domestico

Il gatto deve poter esplorare il nuovo ambiente con calma e tranquillità, senza che venga caricato di ansia e limiti. Importante offrire un luogo sano, sicuro, senza pericoli, provvedendo a coprire oggetti e mobili perché non li graffi. L’amico si deve sentire parte integrante della casa, ben accolto e sereno, per questo è indispensabile mostrargli subito dove sono collocati gli oggetti che dovrà utilizzare maggiormente: ciotole, cuccia e lettiera.

=> Scopri cosa non fare mai con i gatti


Tempo e attenzioni

Indispensabile conoscere il suo percorso di vita e quello medico, così da assicurargli le giuste attenzioni e cure. Vivere con un gatto è un impegno da affrontare in modo consapevole e sereno, dedicando al quadrupede tempo e interesse senza considerarlo solo una presenza indipendente e autonoma. Il micio richiede amore, affetto e interazioni perché non si senta solo e trascurato, nonostante prediliga sonnecchiare e osservare il mondo dalla finestra. Accoccolarsi sul divano per accoglierlo tra le braccia per qualche carezza è la scelta migliore, per farlo sentire amato e ben accolto. La qualità del tempo trascorso insieme è la chiave per una giusta convivenza.

Visite veterinarie

Controlli, visite e vaccinazioni non possono mancare nella vita del vostro gatto, così da permettergli un’esistenza sana e lunga. Una routine costante intervallata da controlli e richiami vaccinali, abbinati all’utilizzo di un buon antiparassitario, offriranno al gatto un percorso esistenziale molto positivo. Il veterinario è una figura amica indispensabile, a cui far riferimento in caso di malanni e disturbi fisici, specialmente durante la parte finale della vita del felino ovvero la terza età.

=> Scopri i consigli per i gatti in autunno


Alimentazione

Una dieta equilibrata e sana permette al micio di crescere e condurre un’esistenza in piena energia e forza. È bene consultare il veterinario di fiducia, che potrà consigliare il cibo migliore per Fufi (secco o umido) quindi la tipologia più adatta in base alle sue particolarità fisiche. Scongiurando così conseguenze come l’obesità, l’accumulo di grasso e problematiche renali.

Giochi e pulizia

Il gatto dovrà poter accedere a uno spazio dove sfogare la sua energia, magari un tiragraffi di varie altezze dove potersi arrampicare e su cui affilarsi le unghie. Anche la lettiera svolge un ruolo importante perché il micio è un animale pulito che dedica ore al suo lavaggio personale, per questo la sua zona WC dovrà presentare una sabbietta sana e sempre fresca.

11 ottobre 2017
Immagini:
Lascia un commento