Abbronzatura: rimedi naturali per aumentarla e conservarla

Manca poco e presto tutti potremo sdraiarci in spiaggia o a bordo piscina per prendere un po’ di sole e abbronzarci. Ma arrivarci pronti, per catturare tutti i raggi, è la regola fondamentale per una buona abbronzatura. Intanto preparate la pelle con uno scrub casalingo in modo da eliminare tutti i residui di cellule morte e pelle secca. Mescolate sale grosso e miele e passatelo sul corpo con un guanto per esfoliazione.

Per quanto riguarda l’abbronzatura esistono molti infusi che la favoriscono, stimolando la pigmentazione cutanea. ad esempio i semi di ammi: mettete in infusione 80gr di semi in un litro d’acqua bollente, quindi assumetene una tazza al giorno per cinque giorni. Ripetete il trattamento per tre volte durante il periodo estivo.

Se invece volete cimentarvi con la creazione di qualche lozione solare vi proponiamo una ricetta veloce e sana per un olio a bassa protezione. Mescolate in un vaso di vetro: olio di mais (o soia) con fiori di iperico e un cucchiaio di corteccia di Rhamnus frangula. Chiudete ermeticamente e lasciate macerare al buio per dieci giorni, quindi filtrate e mescolate con olio di avocado. Spalmatelo sul copro una volta in spiaggia. Se invece l’abbronzatura è già abbastanza consolidata potete mantenerla utilizzando un’altra lozione casalinga: mescolate olio di soia, olio di noci e olio di avocado. Versateli in una bottiglia scura e con chiusura ermetica. Stendete sulla pelle, in piccoli quantitativi, prima e dopo il bagno in mare.

Per mantenere l’abbronzatura, idratando la pelle, potete creare una soluzione mescolando olio d’oliva e olio di avocado, in parti uguali, quindi spalmatela sul copro in piccoli quantitativi in modo da consentire alla vostra pelle di assorbirla gradualmente. Anche nell’alimentazione possiamo trovare validi alleati naturali, in particolare scegliendo cibi ad alto contenuto di vitamina C, A ed E: olio di oliva, pomodori, peperoni, cavolfiori, broccoli, agrumi, albicocche, pesche, kiwi e soprattutto carote. Oltre a bere moltissima acqua per idratare la cute e rimineralizzare il corpo.

In caso di scottature potete lenire il bruciore con la polpa di un cetriolo triturato, oppure con una patata grattugiata o una soluzione di aceto e acqua. Potete anche realizzare un sapone casalingo versando in un sacchetto di tela 100 grammi di crusca di avena integrale. Richiudete e appoggiatelo sul fondo della vasca piena di acqua tiepida. Spremendolo uscirà un liquido biancastro che potrete utilizzare spalmandolo sul corpo e che favorirà l’azione disarrossante. Ottimi anche gli impacchi di camomilla o di aloe.

Per non lavare via l’abbronzatura utilizzate prodotti delicati, magari un sapone al mallo di noce o rivolgetevi al vostro erborista di fiducia, il quale vi potrà consigliare anche qualche integratore naturale e creme naturali doposole.

Non esagerate con l’esposizione al sole, che voi siate al mare o in montagna, in piscina o sul balcone di casa, la regola principale è proteggersi sempre. Non esponete il corpo alle ore più calde e coprite sempre la testa con un cappello o l’ombrellone. Un’abbronzatura sbagliata crea l’effetto contrario, sparisce velocemente e aumenta le rughe del viso.

8 agosto 2011
I vostri commenti
maria alberta, domenica 8 luglio 2012 alle22:52 ha scritto: rispondi »

è sorprendente questo sito ed è stupendo e vi ringrazio di tutto quore

Lascia un commento