È un boom di abbandoni estivi quello segnalato dall’Associazione Volontari Canile di Porta Portese; con il numero impressionante di 773 animali. Roma, in tre mesi, si aggiudica un triste primato. Con un ritmo di 9 cani e gatti in entrata giornaliera nel canile di Muratella, l’Asl ed i cittadini hanno lavorato senza sosta.

Animali maltrattati, abbandonati, denutriti, sfiniti da fame e caldo, un repertorio di sofferenze che trova nel periodo estivo la sua massima espressione. In particolare in quei territori dove, nonostante il lavoro delle associazioni e dei volontari, il concetto di sterilizzazione e microchippatura è ancora un’utopia.

Nonostante questo dato, si segnalano molte adozioni di cani e gatti, anche extra regionali, e svariati ricongiungimenti con le famiglie d’origine. Una nota positiva che abbassa drasticamente le percentuali rispetto all’anno precedente. Come sostiene Simona Novi, Presidente dell’Associazione Volontari Canile di Porta Portese:

«Per i cani è stato quasi raggiunto il punto di pareggio, con un delta negativo di soli 59 cani. Mai un dato mai così basso dal 2007. Vogliamo ringraziare tutti i cittadini che da anni si rivolgono a noi con fiducia per una adozione e per un aiuto, ma chiediamo a tutti uno sforzo in più: siamo ad un passo dall’obiettivo. Insieme possiamo farcela».

Il gruppo lavora sul territorio sin dal 1994 e, grazie al suo costante intervento, è riuscito a modificare l’atteggiamento dei cittadini nei confronti degli animali. Nonostante gli abbandoni il coinvolgimento della cittadinanza è aumentato, tanto da creare continuità con l’operato del gruppo. Sempre più persone recuperano animali randagi e si occupano delle visite veterinarie, della sterilizzazione e della chippatura. Molti gli animali di quartiere, adottati da intere zone o palazzine, quindi tutelati e riconosciuti legalmente.

12 settembre 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Roby, lunedì 1 luglio 2013 alle21:24 ha scritto: rispondi »

GALERA F.F.D.P!!!

Lascia un commento