Si è già parlato della nuova moda di includere i cani nella celebrazione del matrimonio, tanto che anche il guru di Facebook Mark Zuckerberg non si è lasciato sfuggire l’occasione di portare il cucciolo Beast sotto i fiori d’arancio. Un’iniziativa tutta italiana, però, istituzionalizza gli amici a quattro zampe alle nozze.

Accade in provincia di Lucca, nel comune di Montecarlo, così come riporta la versione online di Panorama. In questo splendido paesino di origine medioevale, il Sindaco ha deciso di incentivare i matrimoni in ogni modo possibile: ci si può sposare a qualsiasi ora della notte del giorno, anche a Natale e in tutti i palazzi di proprietà del comune. Il tutto accompagnato da un vino preparato per l’occasione, il rosso “Sposami a Montecarlo”. Ora si aggiunge anche la possibilità di far registrare il proprio cane fra i testimoni, con tanto di attestato di partecipazione.

Proprio così: oltre a lasciare l’impronta delle zampe sul certificato di matrimonio, il Fido testimone partecipa a tutti gli effetti di legge alla cerimonia, per poi essere fotografato e inserito nel cosiddetto “Albo degli animali di famiglia online”. L’idea è nata dal Sindaco Vittorio Fantozzi, deciso a riportare in auge il paese con delle iniziative che facciano bene anche alle casse comunali.

La prima coppia di sposi con cane al seguito ha già contratto matrimonio: si chiamano Luisa Riccomi e Graziano Toschi, accompagnati dal loro fedele Milo. Pare che l’iniziativa abbia colto molti consensi sia dai cittadini di Montecarlo di Lucca che dal pubblico di tutta Italia e si spera, così, di rilanciare il turismo locale proprio grazie all’aiuto degli animali domestici.

26 giugno 2012
Lascia un commento