7 mini alberi di Natale con materiali riciclati

Che sia tradizionale o creativo, l’albero decorato rappresenta il simbolo per eccellenza delle festività natalizie, sempre presente non solo nelle abitazioni private ma anche nella maggior parte dei luoghi pubblici, allestito all’aperto o al chiuso.

Per realizzare un albero di Natale non occorre, tuttavia, svaligiare store e mercatini a caccia delle decorazioni più di tendenza: chi ha poco spazio e, soprattutto, ha voglia di dedicarsi al riciclo creativo selezionando materiali e oggetti in disuso, può creare dal nulla un albero alternativo e originale.

=> Scopri i consigli di Greenpeace per le feste sostenibili

Ecco sette idee da cui prendere spunto per realizzare creazioni uniche e facili da assemblare: sarà sufficiente munirsi di forbici, colla, nastri colorati e vecchie decorazioni da reimpiegare seguendo la fantasia.

Alberi di carta riciclata

La semplice carta può diventa l’assoluta protagonista di alcune varianti di albero di Natale su piccola scala. Una prima idea si basa sulla realizzazione di un cono di cartoncino colorato da collocare su un tavolo o su una superficie piana, decorato a piacere semplicemente attaccando con la colla batuffoli di cotone, fiocchi colorati, pasta cruda in vari formati precedentemente colorati a piacere. Un lavoro non troppo impegnativo che può essere eseguito anche facendosi aiutare dai piccoli di casa.

Sempre a base di carta è il secondo esempio di albero di Natale, bidimensionale, creato adoperando pezzi di carta da regalo di varie dimensioni: ritagliando strisce di lunghezza differente è necessario preparare dei rotoli del medesimo diametro da attaccare, poi, su un pannello o un foglio di cartone da appendere al muro. Questi “tubi” di carta dovranno essere sistemati attaccati l’uno all’altro, formando la classica sagoma dell’albero, eventualmente aggiungendo una tavoletta rettangolare come base e arricchendolo con vecchi bottoni, tanto da simulare le palline colorate.

=> Scopri le origini dell’albero di Natale

Per il terzo esempio occorre una buona quantità di cilindri di cartone uguali – sono perfetti quelli ricavati dai rotoli di carta igienica o dalla carta assorbente da cucina – da incollare uno affianco all’altro sistemati in piani diversi e in numero decrescente dal basso verso l’alto. Dopo aver creato la struttura, eventualmente tenuta ancora più compatta avvolgendola con un nastro, è possibile decorare questo albero collocando dentro i cilindri palline colorate o altri oggetti decorativi.

Alberi di legno e sughero

Chi ha in casa una buona quantità di tappi di sughero riciclati dalle bottiglie di vino, invece, può realizzare un piccolo albero di Natale ricreandone la sagoma, incollando i tappi tra loro unendoli sul lato lungo, riempiendo poi gli interstizi con piccole palline di cotone o di carta argentata.

=> Scopri come disporre le decorazioni dell’albero di Natale

Un po’ più laborioso, ma di sicuro effetto, è invece l’albero bidimensionale creato utilizzando sottili assi di legno grezzo precedentemente pitturate usando colori appositi: dopo aver sistemato l’asse più lungo in verticale, occorre farvi aderire nel senso orizzontale assi di lunghezza diversa, dal più lungo al più corto partendo dal basso verso l’alto. Una volta finita la struttura, non resta che sbizzarrirsi decorandola a piacere: un’idea originale potrebbe essere quella di incollare su ciascuna tavola orizzontale alcune vecchie mollette di legno, utilizzandole per appendere foto di famiglia, disegni, biglietti colorati.

Altre due idee

Gli appassionati di tecnologia possono riciclare vecchi cd rovinati per creare un albero davvero originale e facile da realizzare, ideale anche per dare un tocco festoso all’ufficio: basta incollare alcune file di cd su un pannello o su un cartoncino triangolare, sistemandoli affiancati o leggermente sovrapposti tra loro. L’effetto luccicante sarà assicurato anche senza l’aggiunta di ulteriori decori.

Infine, un’idea evergreen molto utilizzata nelle librerie ma anche dai lettori accaniti è l’albero di Natale di libri usati: per realizzarlo occorre molta pazienza e cura nel sistemare varie pile di volumi su più livelli e tenendo angolazioni diverse, dando all’insieme una forma conica. Il successo è assicurato.

23 dicembre 2017
Immagini:
Lascia un commento