Ben 580 cani sono deceduti negli Stati Uniti per aver ingerito del cibo cinese tossico, mentre più di 3.000 hanno presentato patologie più o meno gravi all’apparato digestivo. È questo il report inquietante che emerge dalla FDA, la Food and Drug Administration a stelle e strisce, sulla base di alcuni casi studio presi in esame dal 2007 a oggi.

La pappetta killer, se così la si può definire, non è altro che il tipico “jerky” che tanto va di moda fra i proprietari di animali oltreoceano: una striscia di carne essiccata e aromatizzata, che il cane sgranocchia a poco a poco. Sebbene la marca non sia stata esplicitata, pare che alcune varietà importate dalla Cina si siano rivelate estremamente dannose per cani e gatti: dal 2007, sono 3.600 i cani intossicati e 10 i gatti. Di tutti questi, 580 hanno perso la vita.

Purtroppo, però, la Food And Drug Administration non ha ancora individuato quale sia il componente – o la motivazione più generica – che determina il malessere canino. Gli alimenti paiono normalmente conservati e l’analisi chimica non ha dimostrato particolari evidenze. Eppure gli animali stanno male e rischiano di morire. Così spiega Bernadette Dunham, direttrice del centro di medicina veterinaria della FDA:

Questo è uno dei casi più elusivi e misteriosi che abbiamo incontrato. I nostri cari compagni a quattro zampe meritano il nostro massimo impegno. La nostra più fervente speranza da amanti degli animali è di trovarne al più presto la causa, così da bloccare definitivamente questi malesseri.

L’organizzazione governativa statunitense ha quindi deciso di coordinarsi con i veterinari locali, con un sistema di segnalazione e raccolta dei sintomi istantaneo per costruire un grande database degli esemplari colpiti. Il proposito è quello di scovare la reale causa dell’intossicazione dai grandi numeri, nell’assenza di altre prove. Ma un’altra interpretazione potrebbe provenire da Kendal Harr, patologo veterinario:

Credo che la sostanza intossicante sia qualcosa che negli Stati Uniti non siamo abituati a considerare come una tossina.

Nel frattempo, ai proprietari di cani è consigliato di prestare estrema attenzione a ciò che si compra: meglio a volte spendere una cifra lievemente più alta, e affidarsi a marchi fidati, anziché risparmiare e correre alti rischi. Oppure, perché no, preparare da sé la pappa per Fido, senza passare per la grande distribuzione.

23 ottobre 2013
Fonte:
I vostri commenti
Spirit, giovedì 24 ottobre 2013 alle9:18 ha scritto: rispondi »

Bocconcini di Fukushima? Cmq tutto il mondo è paese... Siamo ancora convinti che quello che succede su un paese non ricada sugl'altri... qualcuno ha detto Fukuschima???

Lascia un commento