Il kamut è un tipo di grano derivante da un’antica varietà egizia. Può sostituire la farina di frumento nei prodotti da forno o, in alternativa, può essere aggiunto a zuppe e stufati. Il href=”http://www.greenstyle.it/kamut-origini-proprieta-e-impatto-ambientale-intervista-a-bob-quinn-53214.html” title=”Kamut: le orifini”>kamut è inoltre a basso contenuto di grassi, senza colesterolo e ha più proteine del grano classico. Possiede poi sostanze nutritive che sono essenziali per il benessere dell’organismo, come le fibre alimentari, il manganese, il magnesio e la niacina.

Le fibre alimentari servono per contrastare le malattie cardiache, l’obesità, gli ictus, il colesterolo, l’ipertensione, il diabete e i disturbi legati alla digestione. Il manganese sostiene la salute del sistema nervoso, aiuta a regolare i livelli di zucchero nel sangue e l’assorbimento del calcio. Il magnesio aiuta i denti e le ossa a mantenersi sani, quindi contrasta l’insufficienza cardiaca, la pressione alta, l’osteoporosi e la depressione. La niacina, o vitamina B3, è fondamentale per la produzione di alcuni ormoni endocrini e per supportare il benessere del sistema nervoso.

Di seguito proponiamo tre ricette di biscotti a base di kamut, per deliziare il palato e fornire all’organismo tutti i suoi preziosi nutrienti.

Biscotti di kamut e mandorle

Ingredienti:

  • 250 g di farina di kamut;
  • 30 g di farina di mandorle;
  • 30 g di mandorle tritate;
  • 40 g di zucchero integrale di canna;
  • 50 g di olio di mais;
  • 50 g di malto di riso;
  • 50 g di acqua;
  • 1 cucchiaino di cremortartaro;
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato;
  • cannella q.b.

Inserite nel mixer le mandorle, lo zucchero, le farine, il cremortartaro e il bicarbonato. Aggiungetevi dunque gli ingredienti liquidi. Prendete il composto e impastatelo un po’ con le mani. Stendetelo sulla spianatoia a circa 5 mm di spessore e ottenete le forme dei biscotti, che andrete a stendere su una teglia ricoperta di carta da forno. Infornate a forno preriscaldato a 170°C per circa 20 minuti.

Biscotti di kamut al cioccolato

Ingredienti:

  • 150 g di farina di kamut;
  • 75 g di burro di soia;
  • 30 ml di latte di riso;
  • 4 cucchiai di zucchero integrale di canna;
  • 2 cucchiaini rasi di cremortartaro;
  • la scorza grattugiata di un limone;
  • un pizzico di sale;
  • 2 manciate di gocce di cioccolato fondente.

Mescolare tutti gli ingredienti insieme, formando un composto a cui darete la forma di una palla. Lasciate riposare circa un’ora, quindi stendete l’impasto col matterello a uno spessore di altezza pari a 1 cm. Con delle formine da biscotti, create i vostri dolcetti e infornateli in forno preriscaldato a 180°C per circa 20 minuti.

Biscotti di kamut con marmellata

Ingredienti:

  • 420 g di farina di kamut;
  • 200 g di zucchero integrale di canna;
  • 220 g di margarina vegetale;
  • 3 cucchiai di orzo solubile;
  • 2 cucchiai di amido di mais;
  • 4 cucchiai di latte di avena;
  • qualche cucchiaino di marmellata a piacere.

In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti secchi. Aggiungetevi dunque la margarina tagliata a pezzettini e lasciata ammorbidire, quindi lavorate con le mani. Unitevi man mano il latte d’avena, fino a ottenere un composto morbido. Formate delle palline con l’impasto, quindi schiacciatele leggermente e formate un incavo al centro premendo con il vostro pollice. Fate cuocere in forno già caldo a 180°C per circa un quarto d’ora e, una volta pronti i biscotti, guarniteli con un po’ di marmellata esattamente nel punto della precedente pressione.

21 aprile 2015
Lascia un commento