3 protezioni solari naturali per il viso

Il sole rappresenta una risorsa importante per fare il pieno di vitamina D, sostanza fondamentale per la salute e la prevenzione di alcune malattie. I raggi ultravioletti, tuttavia, possono causare problemi anche gravi se l’esposizione non avviene in modo corretto: evitare i momenti della giornata più caldi, esporsi in modo graduale e soprattutto usare protezioni solari adeguate al proprio fototipo e all’età.

Non è detto che le varie creme e lozioni reperibili in commercio, e basate su filtri di origine chimica, siano le uniche soluzioni veramente efficaci per tutelare la pelle del viso dai danni del sole: infatti è anche possibile utilizzare preparazioni naturali da realizzare anche in casa adoperando ingredienti semplici e facili da usare.

A tal proposito, è bene sapere che la maggior parte dei componenti solitamente usati per realizzare autonomamente le protezioni solari naturali sono caratterizzati da un proprio SPF (sun protection factor – fattore di protezione solare), anche se limitato: l’olio di mandorle, ad esempio, vanta un SPF pari a 5, l’olio di cocco da 4 a 6, l’ossido di zinco da 2 a 20 a seconda delle quantità utilizzata, il burro di karitè da 4 a 6, l’olio di semi di lamponi rosso da 25 a 50 e l’olio di semi di carota da 35 a 40.

=> Scopri i rimedi naturali per i capelli esposti al sole


Qui di seguito tre possibili alternative per preparare in casa ottime lozioni protettive per il viso. È bene ricordare che, prima di utilizzare qualsiasi prodotto anche naturale, è importante testarlo su una piccola zona del corpo per verificare eventuali reazioni, consultandosi con il proprio medico o dermatologo di fiducia per essere sicuri di adottare il rimedio protettivo più adatto alle proprie esigenze.

Protezione con ossido di zinco

Burro di karite

L’ossido di zinco rappresenta un filtro solare molto efficace, facile da recuperare e da utilizzare in associazione ad altri prodotti. Questa preparazione prevede l’utilizzo di:

  • un cucchiaio di ossido di zinco in polvere;
  • 1/4 di tazza di burro di karitè;
  • cucchiai di olio di jojoba;
  • 2 cucchiai di cera d’api;
  • 1 cucchiaino di olio di vitamina E
  • 10 gocce di olio di semi di carota.

Protezione solare agli oli vegetali

Olio di mandorle

Gli oli vegetali come quello d’oliva e di sesamo possono essere usati per creare una crema protettiva naturale, ideale per la pelle già esposta al sole in precedenza. Occorrono:

  • 40 grammi di burro di karitè;
  • 30 grammi di olio di sesamo;
  • 15 grammi di olio di oliva.

=> Scopri cause e rimedi per l’allergia al sole


Dopo aver sciolto il burro di karitè è necessario aggiungere gli oli, mescolare e lasciar raffreddare.

Protezione con Aloe vera in gel

Aloe vera

Sempre a base di burro di karitè e ossido di zinco, un’altra protezione efficace per la pelle del viso prevede l’aggiunta di aloe vera in gel, un vero toccasana per l’epidermide con effetto rinfrescante e lenitivo. È necessario predisporre:

  • 250 grammi di burro di karitè;
  • uno o due cucchiai di ossido di zinco (va bene quello in pasta spalmabile);
  • 3 cucchiai di Aloe vera in gel.

=> Scopri il doposole con aloe vera


Unire al burro di karitè sciolto il gel di aloe vera e, infine, la pasta all’ossido di zinco fino a ottenere un composto abbastanza compatto. La preparazione deve essere riposta in un contenitore di vetro e usata nel momento del bisogno.

8 agosto 2018
Immagini:
Lascia un commento