Anche quest’anno, come ormai da tradizione, il mese di maggio vede la FEE (Foundation for Environmental Education) assegnare le Bandiere Blu alle località balneari più meritevoli, tenendo in considerazione criteri come la pulizia della acque, l’accessibilità di spiagge e servizi all’utenza diversamente abile, i sistemi di raccolta dei rifiuti e molto altro ancora.

Sono 231 i riconoscimenti assegnati stavolta ai litorali italiani, quattro in più rispetto al 2009, con la Liguria a eccellere con ben 17 località virtuose. Anche Marche, Toscana e Abruzzo si distinguono per la qualità delle proprie zone turistiche, così come il Piemonte, che pur non avendo sbocchi diretti sul mare ha saputo sfruttare al meglio le potenzialità offerta dai suoi laghi.

Di seguito, l’elenco completo delle Bandiere Blu assegnate quest’anno alle regioni italiane, così come riportato sulle pagine de Il Messaggero:

  • Liguria (17): Camporosso, Bordighera, Loano, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazza, Chiavari, Lavagna, Moneglia, Lerici, Ameglia – Fiumaretta;
  • Toscana (16): Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Viareggio, Pisa-marina di Pisa-Tirrenia-Calambrone, Livorno-Antignano e Quercianella, Castiglioncello e Vada di Rosignano Marittimo, Cecina, marina di Bibbona, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Riotorto-Piombino: parco naturale della Sterpaia, Follonica, Castiglione della Pescaia, Marina e Principina di Grosseto, Monte Argentario;
  • Marche (16): Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo, Senigallia, Ancona Portonovo, Sirolo, Numana, Porto Recanati, Potenza Picena – Porto, Civitanova Marche, Porto Sant’Elpidio, Porto San Giorgio, Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto del Tronto;
  • Abruzzo (13): Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto Lido, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina, Ortona, San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Vasto, San Salvo;
  • Campania (12): Massa Lubrense, Positano, Agropoli, Castellabate, Montecorice-Agnone e Capitello, Pollica-Acciaroli Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati-Villammare, Sapri;
  • Emilia Romagna (8): Comacchio-Lidi Comacchiesi, Lidi Ravennati, Cervia, Cesenatico, San Mauro Pascoli-San Mauro Mare, Bellaria Igea Marina, Rimini, Cattolica;
  • Puglia (8): Rodi Garganico, Polignano a Mare, Ostuni-Marina di Ostuni, Castellaneta, Ginosa-Marina di Ginosa, Castro Marina, Melendugno, Salve;
  • Veneto (6): San Michele al Tagliamento (Bibione, Caorle, Eraclea) Eraclea mare, Jesolo, Cavallino Treporti, Venezia – Lido di Venezia;
  • Lazio (5): Anzio, Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga, Gaeta;
  • Calabria (4): Cariati-Marina di Cariati, Cirò Marina-Punta Alice, Roccella Jonica, Marina di Gioiosa Jonica;
  • Sicilia (4): Fiumefreddo di Sicilia-Marina di Cottone, Pozzallo, Ragusa-Marina di Ragusa, Menfi;
  • Sardegna (2): Santa Teresa di Gallura-Rena Bianca, La Maddalena-Punta Tegge Spalmatore;
  • Piemonte (2): Cannero Riviera, Cannobio;
  • Friuli Venezia Giulia (2): Grado, Lignano Sabbiadoro;
  • Molise (1): Termoli;
  • Basilicata (1): Maratea.

Va ricordato che per esporre la Bandiera Blu ogni località dovrà superare periodici test relativi ai criteri già elencati (pulizia delle spiagge, raccolte dei rifiuti ecc.), pena la revoca del riconoscimento.

11 maggio 2010
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
scalea, mercoledì 12 maggio 2010 alle12:36 ha scritto: rispondi »

la calabria potrebbe avere + bandiere blu peccato ......

Agente Mangiariano, martedì 11 maggio 2010 alle19:30 ha scritto: rispondi »

Le bandiere Blu hanno il pregio di premiare i buoni amministratori, ma per il resto sono delle grandissime prese in giro. Che educazione ambientale può fornire la Foundation for Environmental Education se sceglie, per i suoi riconoscimenti, criteri che premiano l'Emilia Romagna piuttosto che la Sicilia, e che pongono a pari merito il Piemonte con la Sardegna? Diseducazione ambientale che premia i litorali infestati da cemento e ombrelloni e punisce le spiagge incontaminate.

Lascia un commento